Studenti nel paese dei balocchi
Lettera di un insegnante a un genitore
7,00 €
4,2 €
     
SINTESI
Sono usciti ultimamente alcuni libri sulla scuola scritti da insegnanti; libri che hanno fatto rumore, non solo per quello che hanno il coraggio di denunciare, ma soprattutto perché finalmente proprio loro, gli insegnanti, questa categoria oggi così bistrattata e derelitta, hanno avuto il coraggio e la dignità di esprimersi pubblicamente.
Questo saggio intende aggiungere un’altra voce, energica e originale, a quel coro ancora troppo esiguo; una voce che si rivolge a un ipotetico genitore intelligente per denunciare con forza e lucidità i mali e i possibili rimedi di un sistema (quello della scuola superiore) che sta collassando, letteralmente, sotto i colpi sia delle cosiddette riforme sia, soprattutto, delle assurde consuetudini organizzative e operative che da quelle scriteriate riforme si sono sviluppate, negli ultimi anni, contro ogni logica e ogni buon senso. Il richiamo al buon senso nella conduzione della scuola è, per altro, la linea ispiratrice di queste riflessioni che si rivolgono, attraverso la brillante finzione della lettera aperta, al più vasto pubblico di lettori interessati agli attuali problemi della nostra istruzione superiore.
pagine: 92
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-1086-0
data pubblicazione: Aprile 2007
editore: Aracne
SINTESI
RECENSIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto