L’ordinamento comunitario e l’attività della Pubblica Amministrazione in Italia
8,00 €
4,8 €
     
SINTESI
In materia di sindacato del giudice italiano sugli atti amministrativi contrastanti con il diritto comunitario sono coinvolte le stesse premesse istituzionali relative al rapporto tra ordinamento comunitario e ordinamento nazionale: è in gioco la stessa sovranità dello Stato, di cui la supremazia dell’ordinamento costituisce principio invalicabile. La tesi dualista resiste? La Corte Costituzionale, nonostante le progressive aperture a favore della supremazia delle norme comunitarie, riesce ancora a mantenere ferma la separazione tra i due ordinamenti, insegnamento che, peraltro, viene a volte disatteso dal giudice amministrativo. L’imposizione all’interno di tutti gli Stati membri di un sistema monista sembra difficilmente attuabile fino a quando la supremacy clause rimane nelle mani dei singoli Stati membri. Sono i grandi interrogativi ai quali vengono dedicate alcune considerazioni problematiche.Giovanni Chiola è ricercatore di Diritto Pubblico presso l’Università di Napoli “Federico II”. Ha pubblicato Disapplicazione di provvedimento invalido in termini comunitari e principio di legalità, Aracne editrice, 2003.
pagine: 120
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-1078-5
data pubblicazione: Marzo 2007
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto