Ragione e sentimento – Antropologia ed Estetica
8,00 €
4,8 €
     
SINTESI
Singolarità e universalità, individualità ma anche apertura comunicativa dovuta alla capacità di cogliere l’altro come simile a se stessi attraverso l’esperienza vissuta entropatica e di andare al fondo delle produzioni umane, nel doppio cammino che va dentro se stessi e che consente di uscire da sé per cogliere l’altro. (A. Ales Bello)Questo lavoro è un contributo di ricerca nell’ambito della creazione artistica. L’approccio metodologico “azzardato” è quello fenomenologico, che trae ispirazione dal pensiero di Edmund Husserl e incontra Max Scheler, Edith Stein e la Scuola Milanese di Fenomenologia. L’analisi fenomenologica dell’arte apre, in questo contesto, alla questione relativa all’essenza della natura umana e alla sua genesi, alla genesi del soggetto corporeo-spirituale che attraverso il fare dell’arte vuole appropriarsi creativamente della realtà circostante, della natura e della sua storicità. Prefazione di Angela Ales Bello.Maria Concetta Ripullo (Caltagirone, 1951), membro del Centro Internazionale di Ricerche Fenomenologiche di Roma, insegna Filosofia e Storia al Liceo Ginnasio “B. Secusio” di Caltagirone, ha conseguito il dottorato in Filosofia presso l’Università Lateranense di Roma ed è docente a contratto per le Discipline demoetnoantropologiche presso l’Università degli Studi di Messina, Facoltà di Medicina e Chirurgia.
pagine: 104
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-0978-9
data pubblicazione: Febbraio 2007
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto