Continuità e discontinuità tra uomo e natura
Kant, Nietzsche e la conoscenza della realtà
11,00 €
6,6 €
     
SINTESI
Quando l’uomo si rivolge alla natura per cercare di conoscerla, si pone in una relazione di continuità con essa oppure vi si contrappone? Questo impulso conoscitivo è un’attitudine naturale, il cui esercizio trova nella natura la propria legalità e la propria legittimazione, oppure si tratta di un’operazione propria dell’uomo, che risponde a sue particolari esigenze e che rispecchia soltanto le sue strutture conoscitive? La questione della continuità o della discontinuità tra uomo e natura è strettamente connessa con quella delle possibilità e dei limiti della conoscenza. Il problema della conoscenza si pone in tutta la sua portata quando, sulla spinta della Rivoluzione Scientifica, si tenta di comprendere la natura su basi nuove, e trova in Kant la sua formulazione più compiuta. Sarà poi Nietzsche, nella seconda metà dell’Ottocento, a proporre una soluzione originale. La sua riflessione, oggi, può tornare utile per mettere a fuoco alcune questioni particolarmente attuali, come la definizione dell’uomo rispetto alla natura in cui vive e rispetto alla propria condizione “biologica” e “animale”.Paolo Euron svolge attività didattica e di ricerca presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università degli Studi di Torino. Tra le sue pubblicazioni filosofiche: Canta i giardini, cuore, che non conosci. Paesaggio e romanticismo (Torino 2000), L’artificio dell’eternità. Il primo romanticismo tedesco e la poetica della modernità (Bologna 2001), Poesia trascendentale. Prospettive della filosofia nel primo romanticismo tedesco (Torino 2003), La nascita della verità. L’origine del problema della verità nella filosofia di Nietzsche (Roma, 2005). In collaborazione ha scritto I filosofi e l’arte. Una storia dell’estetica (Torino 2002), Le ragioni dei filosofi. Una storia del pensiero (Roma 2003) e Ermeneutica e pensiero tragico (Genova 2003). I suoi scritti sono apparsi su «Filosofia», «L’indice dei libri del mese», «Il Verri», «Rivista di estetica», «Paradosso», «L’anello che non tiene», «L’ombra», «Yale Italian Poetry», «Strumenti critici» e «Fronesis».
pagine: 168
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-0898-0
data pubblicazione: Dicembre 2006
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto