Il dono che redime
Il legame tra l’antropologia filosofica e la teologia mistica
14,00 €
8,4 €
     
SINTESI
Il dono zampilla dall’esistenza, suscita alleanze fra persone e popoli, alimenta relazioni di pace; si fonda su gratuità, fiducia, disinteresse; chiama all’incontro responsabile. Ha un’eccedenza vitale che risana le relazioni, lucida quella con Dio e, anche nel mezzo della notte spirituale più oscura, apre alla comunione, crea novità, coinvolge l’ambiente, porta al compimento e redime. Il testo mostra come il dono sia essenzialmente legato alla relazione: costitutivo della persona umana e divina, attesta l’amore reciproco e indica una via di Redenzione. Il sottotitolo allude a un percorso che, interrogando ipotesi e testimonianze dell’umanità, rivela nel dono una chiave di accesso all’essere e alla sua origine. Nei legami che accende, il dono si presenta movimento versatile di dare, ricevere e restituire. Sul piano teologico è il legame trasparente dell’Amore trinitario che chiama all’unione con sé l’autore del dono e colui che lo accoglie. L’autrice lascia comprendere il dare come condensazione dell’amore che, incarnandosi, umanizza quanto è consegnato alla persona facendola capace di ricevere Dio e di irradiarlo.Presentazione di Francesca Brezzi.Tiziana Longhitano, francescana dei poveri, per diversi anni ha svolto un servizio di tipo sociale in Italia e in Senegal. Insegna presso l’Ateneo Pontificio “Regina Apostolorum” e l’Istituto Teologico “Claretianum” (Pontificia Università Lateranense). I suoi corsi sono relativi all’antropologia cristiana: Giustizia, pace e integrità della creazione, Antropologia dell’incontro, Il dono di sé.
pagine: 236
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-0806-5
data pubblicazione: Ottobre 2006
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto