Il tempo e la memoria
Letture critiche
22,00 €
13,2 €
     
SINTESI
Gli studi che qui si raccolgono, all’incrocio tra filologia e critica, sono nati nell’arco temporale di un quinquennio e si rivolgono principalmente agli studenti delle facoltà letterarie che scelgono di sostenere l’esame di Letteratura e filologia sarda. Attraverso la proposta di percorsi critici scelti si vuole suscitare curiosità e interesse verso la produzione letteraria dell’Isola e in modo particolare si vogliono offrire chiavi interpretative e orientamenti di senso per la comprensione della personalità e dell’opera di alcuni tra i maggiori protagonisti del sistema letterario sardo.

Dino Manca (Nuoro, 1965) è professore di ruolo di Materie letterarie e Latino presso il Liceo «G. Spano» di Sassari e docente a contratto di Letteratura e filologia sarda e di Tecniche di scrittura presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della medesima città. Ha scritto su diversi autori. Tra i saggi, Voglia d’Africa. La personalità e l’opera di un poeta errante (1996). Con il “Centro di Studi Filologici Sardi” ha pubblicato Sa Vitta et sa Morte, et Passione de sanctu Gavinu, Prothu et Januariu (2002), il carteggio Farina De-Gubernatis (1870-1913) (2005) e Il ritorno del figlio (2005) di Grazia Deledda. Ha inoltre curato il Glossario e gli Indici del Condaghe di San Gavino (2005) e scritto con Nicola Tanda una Introduzione alla letteratura (Cagliari, Cuec, 2005).
pagine: 408
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-0748-8
data pubblicazione: Settembre 2006
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto