Ordine e libertà
L’autorità del tempo in Edmund Burke
11,00 €
6,6 €
     
SINTESI
“Passato e presente” è una nuova collana del Centro per la Filosofia Italiana che si propone di offrire contributi di riflessione e di dibattito su problemi apertisi di fronte alla coscienza contemporanea. Singoli volumi della collana potranno raccogliere Atti di Convegni organizzati dallo stesso Centro. Altri volumi potranno offrire ipotesi o prospettive in preparazione di Convegni tematici o di incontri tra studiosi anche appartenenti a campi disciplinari diversi da quello strettamente filosofico. Altri ancora potranno contenere monografie di autori contemporanei o opere di autori classici non facilmente reperibili nelle biblioteche o nelle librerie e tuttavia ricche di sollecitazioni che non abbiano perduto il loro vigore o la loro problematicità.Il problema della libertà e dell’ordine politico costituisce il fondamento dell’organizzazione politica e rappresenta il caposaldo della filosofia politica di Edmund Burke. Seguendo questa prospettiva e indagando sul significato dell’esperienza storica e della tradizione inglese, Burke approda alla Teoria della Costituzione chiarendo il ruolo del partito politico e del governo rappresentativo. Il paradigma Rivoluzione–Restaurazione–Conservazione apre così una relazione circolare tra i diritti fondamentali maturati nell’impianto ideologico della Gloriosa Rivoluzione e le libertà che si condensano nella complementarietà fra teoria e prassi costituzionale. La relazione Restaurazione–Conservazione apre poi il problema della filosofia della storia che pone Burke come il Reformer Conservative che privilegia la Manly, moral, regulated Liberty. In altri termini, Burke si fa portavoce del Conservative Mind in un periodo in cui la dinamica del riformismo apriva la strada a nuove linee di sviluppo e di riflessione filosofico-politica.Enrico Graziani, dottore di ricerca in Storia del repubblicanesimo e del costituzionalismo e Storia delle dottrine politiche, docente di Filosofia politica nella Pontificia Università Urbaniana e titolare di assegno di ricerca presso l’Università di Teramo, collabora con la cattedra di Filosofia del diritto della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e con la cattedra di Filosofia politica della Facoltà di Scienze Politiche di Roma “La Sapienza”, sede di Pomezia. È autore dei volumi Introduzione alla filosofia politica. Fondamenti e metodologia (Urbaniana University Press, Roma 2002), Il mercato tra diritto, economica e politica (Giappichelli, Torino 2005), e di vari saggi, tra i quali si ricordano Implicazioni giuridiche, politiche ed economiche nel dibattito sulle riforme istituzionali, in D. Castellano (a cura di), Europa e Costituzione (Esi, Napoli 2005); Individuo, libertà e Stato nella filosofia di Giuseppe Capograssi, in G. Sorgi (a cura di), Vocabulum juris. Omaggio a Francesco Mercadante (Giappichelli, Torino 2005). Collabora con riviste di pensiero politico e giuridico.
pagine: 180
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-0689-4
data pubblicazione: Luglio 2006
editore: Aracne
collana: Passato e presente | 13
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto