La dieta nel Medioevo italico
15,00 €
     
SINTESI
Questo studio si prefigge di ampliare le prospettive dello studio medico dal punto di vista delle fonti e dei contenuti ricercando le origini della dieta mediterranea e dimostrando che il suo impiego come terapia nella cura delle malattie e nella salvaguardia della salute era, di fatto, già utilizzato in età medievale. Attraverso l’analisi dei testi di dietetica e di farmacopea e il confronto delle dottrine mediche dell’epoca con i ricettari e i testi letterari in volgare, ci si propone di ricostruire l’evoluzione del regime alimentare nella penisola italica e di confrontarlo con l’odierno sistema della dieta mediterranea. A un secondo livello di lettura questo studio appare come una panoramica storico–culturale della penisola italica in epoca medievale, in cui il tema del cibo funge da filo conduttore per la ricostruzione degli aspetti salienti dell’evoluzione della storia sociale del Medioevo italiano.Monica Balestrero, dopo la laurea in Lingue e letterature straniere e il dottorato di ricerca in Fisiopatologia della nutrizione e del metabolismo presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, ha conseguito il Diplôme Européen d’Études Médiévales. Si dedica da alcuni anni a studi e ricerche nell’ambito della filologia romanza. Ha pubblicato diversi articoli nei «Quaderni di filologia e lingue romanze» dell’Università di Macerata e il volume Imitazione e Problemi di ricezione. La vicenda dell’Erec et Enide di Chrétien de Troyes (Aracne, 2006).
pagine: 160
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-0678-8
data pubblicazione: Luglio 2006
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto