Il futuro dell’energia
8,00 €
     
SINTESI
La società moderna è nata, si è sviluppata e vive principalmente bruciando petrolio e metano. Questo processo di dimensioni colossali è alla base del nostro benessere, ma è anche il maggior responsabile dell’inquinamento atmosferico che muta drammaticamente il clima del nostro habitat. Occorre trovare alternative energetiche tanto più impellenti in quanto le stime più accreditate assegnano agli idrocarburi una disponibilità decrescente che non raggiunge il secolo di vita. Il sole e la fusione nucleare sono le fonti alternative sulle quali si pongono le maggiori speranze, ma sono anche quelle che presentano i problemi più ardui per il loro utilizzo. Allo stato attuale delle conoscenze, solo l’uranio e il carbone hanno titolo per proporsi come sostituti degli idrocarburi, sia pure con grossi inconvenienti che accompagnano entrambi, ma anch’essi sono destinati a finire. E dopo? Non è escluso che l’esaurimento dei combustibili fossili obblighi i nostri pronipoti a diventare produttori del proprio fabbisogno energetico.Giorgio Spinozzi è nato a Pallanza nel 1934. Ha completato i suoi studi a Milano laureandosi in Geologia. Dopo corsi di specializzazione all’estero, ha svolto la sua attività lavorativa nell’industria estrattiva prima e in quella petrolchimica poi. Vive a Roma con la moglie e il figlio. Raggiunta la pensione, si dedica oggi ai suoi passatempi preferiti: la saggistica e il fermodellismo.
pagine: 116
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-0670-2
data pubblicazione: Luglio 2006
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto