Individualità
18,00 €
     
SINTESI
L’individuo non è l’Unico di Stirner né il Superuomo di Nietzsche: è solo un uomo che si distingue da ogni altro perché in possesso di connotazioni originali e irripetibili. Si pone nella distinzione, nel confronto. Si costituisce nella sua originalità (che è l’identità del suo essere) ponendosi tra gli altri in interdipendenza dagli altri. L’assunzione dell'originale per il quale l'uomo diventa individuo, avvenendo per mezzo della distinzione esclude ogni carattere di assolutezza, perché la distinzione è un’operazione tra relativi. L’individuo sorge in quanto in rapporto con gli altri. La solitudine e l’assolutezza sono la negazione dell'individualità. Pietro Ciaravolo è presidente del Centro per la Filosofia Italiana.
pagine: 300
formato: 16 x 21,5
ISBN: 978-88-548-0649-8
data pubblicazione: Gennaio 2006
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto