La materia della mente
8,00 €
4,8 €
Area 11 – Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche
     
SINTESI
Il tentativo di individuare una “sede” fisica della mente ha origini antichissime, rintracciabili nella filosofia. Negli ultimi decenni, però, le neuroscienze ci stanno fornendo preziose informazioni sull’oggetto più misterioso e complicato dell’universo biologico: il cervello, la “materia” della mente.Tuttavia, anche seguendo un approccio “scientifico”, permane un profondo dissenso, probabilmente inconciliabile, fra dualismo e monismo, spiritualismo e materialismo; dietro ogni posizione teorica, infatti, anche scientifica, si cela una precisa scelta teoretica. Dal confronto–scontro fra due dei più autorevoli neuroscienziati (J.C. Eccles e G.M. Edelman) del secolo ormai trascorso emerge allora un dato: allo stato attuale delle ricerche, si può solo decidere se partire dalla biologia, dalla fisica quantistica o dall’informatica per indagare quell’enigma che chiamiamo, in modo ancora nebuloso, “mente”, senza pretendere di giungere, infine, ad una risposta definitiva. Emilia Barile (Molfetta, 1976) si è laureata in Filosofia presso l’Università di Bari ed è dottore di ricerca in Scienze cognitive presso l’Università di Siena. È membro della International Society of Cognitive Science e dell’AISC. Attualmente è Research Fellow presso l’Università di Osnabrueck (DE). Della stessa autrice è stato pubblicato per B. Mondadori il volume Dare corpo alla mente. La relazione mente/corpo alla luce delle emozioni e dell’esperienza del sentire.
pagine: 112
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-0606-1
data pubblicazione: Maggio 2007
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto