Disegno e conoscenza
Contributi per la storia e l’architettura
48,00 €
28,8 €
     
SINTESI
La relazione tra disegno e conoscenza costituisce il motivo di fondo di qualsiasi consapevole riflessione su cosa sia il disegno in quanto attività umana, tanto da aver offerto fertile terreno di meditazione a illustri studiosi e pensatori dall’antichità classica sino a tempi recenti. Un argomento, però, che si offre oggi a rinnovate valutazioni, legate anzitutto alle nuove enormi potenzialità e ai relativi interrogativi metodologici portati dalle rapide e continue espansioni delle nuove tecnologie, ai quasi quotidiani aggiornamenti offerti (e richiesti a ogni operatore) e ai relativi ripensamenti non solo sulla teoria e sulla prassi delle attività rappresentative, ma anche su ciò che significhi, oggi, il disegnare in sé. Le innovazioni strumentali, fertili di nuove applicazioni, apportatrici di innegabili potenziamenti e di doverose revisioni metodologiche, non alterano tuttavia nella sostanza il nodo fondamentale del disegno (come di ogni altra attività del fare umano): quello della relazione tra l’occhio, la mano e la mente, che si esplica in conseguimenti tanto più validi quanto più è consapevole e meditato l’impiego che viene fatto di qualsiasi strumento, per quanto potente e rapido esso sia; anzi, si dovrebbe dire, tanto a maggior ragione quanto più esso è potente e rapido.
pagine: 368
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-0389-3
data pubblicazione: Febbraio 2006
editore: Aracne
collana: Collana di studi e ricerche sul Disegno dell’Architettura e dell’Ambiente | 3
SINTESI
INDICE
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto