La cittadinanza
9,00 €
5,4 €
     
SINTESI
In questo volume la cittadinanza viene analizzata nei termini di uno status giuridico, ma anche come un progetto definito in base ai criteri dell’appartenenza, della residenza e della cultura elaborati nel corso della cinquantennale storia dell’integrazione europea. In questa prospettiva la cittadinanza rispecchia il dibattito che ragiona da tempo sull’indebolimento del legame tra la cittadinanza e l’appartenenza e ha elaborato un’idea multiculturale e cosmopolitica che allarga l’universalismo della cittadinanza oltre le differenze nazionali. Oggi la cittadinanza è postnazionale, ma sembra allo stesso tempo riprodurre la propria contraddizione principale, quella tra l’universalismo formale dei diritti e il particolarismo dello status giuridico che distingue appartenenze e diritti diversi tra i cittadini. Riconosciuti i limiti costitutivi della cittadinanza, è possibile pensare a conflitti di cittadinanza che portino alla formazione di diritti dal basso, a partire cioè dalle istanze e dai desideri dei soggetti che li rivendicano?Roberto Ciccarelli è dottore di ricerca in Filosofia e Politica presso l’Università di Napoli “l’Orientale”. Ha pubblicato volumi sulla filosofia di Baruch Spinoza (Potenza e Beatitudine. Il diritto nel pensiero di Spinoza, Roma, 2003; Immanenza e politica in Spinoza, Roma, 2006) e saggi e contributi su riviste italiane.
pagine: 140
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-0331-2
data pubblicazione: Dicembre 2005
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto