Cesare Pavese
17,00 €
10,2 €
     
SINTESI
Il presente saggio rappresenta il punto culminante di anni di studio dedicati dall’autore a Cesare Pavese. Lo caratterizza il taglio internazionale, il costante riferimento agli studi critici compiuti sullo scrittore a livello mondiale. Il saggio si distingue, inoltre, per il metodo critico adottato. Catalfamo applica una critica integrale, che si avvale di tutti gli strumenti che possono contribuire a chiarire al lettore il testo letterario. Evidenzia il carattere unitario dell’opera di Pavese. Considera lo scrittore “complesso”, più che “contraddittorio”. Prende le distanze da quel filone, pur fecondo, degli studi più recenti della critica pavesiana che privilegia l’irrazionalismo. Dimostra, con riferimento alle varie opere, come Pavese conduca un’analisi lucidamente razionale della realtà e dello stesso mito. Dimostra, altresì, come le varie “contraddizioni” individuate dalla critica precedente (tra “io” e “noi”, tra città e campagna, tra “mito” e “realtà”, tra “realtà” e “simbolo”) si intrecciano tra loro, giungendo, infine, a una sintesi originale, che le comprende e le supera. (Giovanna Romanelli, Université de La Sorbonne Nouvelle, Paris III)Antonio Catalfamo è cultore di Letteratura italiana all’Università di Messina. Ha pubblicato sinora diciassette volumi di saggi critici, poesie, romanzi. È coordinatore dell’Osservatorio permanente sugli studi pavesiani nel mondo.
pagine: 312
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-0254-4
data pubblicazione: Ottobre 2005
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto