Il "gioco" e il Fascismo
21,00 €
12,6 €
     
SINTESI
Il volume affronta e sviluppa un tema particolarmente difficile e delicato: il passaggio dal ludico al ludiforme in presenza di situazioni politiche. Questo passaggio riguarda essenzialmente il circostanziarsi in modo concreto e particolareggiato di attività inizialmente fini a se medesime ma progressivamente collocate in contesti di rilevanza ideologica. (Aldo Visalberghi)In che misura il gioco, come dimensione spontanea e tendenzialmente libera dell'intelligenza, nonostante le inerzie e i condizionamenti della cultura dominante, per l'appunto per la sua costitutiva carica di creatività, e dunque per i suoi possibili esiti "divergenti" e "anti-pedagogici", poteva finire, anziché con il confermare una propensione al conformismo, con il rompere gli schemi dell'ideologia prevalente? (Nicola Siciliani de Cumis)
pagine: 376
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-0185-1
data pubblicazione: Gennaio 2006
editore: Aracne
collana: Diritto di stampa | 6
SINTESI
INDICE
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto