Les yeux invisibles
25,00 €
15,00 €
     
SINTESI
Redatto in Provenza all’inizio degli anni Ottanta del secolo appena corso, il testo propone parola cui la valenza semantica risiede solo nell’immagine che produce, allusiva al quotidiano vivere, donde trae materia, e alla conflittualità dello stesso, mentova la doppia triangolazione della pagina — l’angolo di troppo, eccedenza di spigolosità, non poco disturba — e all’energia che le punte trasmettono lorché comunicano e confliggono.Nanni Balestrini, nato a Milano, vive tra Roma e Parigi. Negli anni Sessanta è stato tra gli animatori della stagione della neoavanguardia, ha fatto parte dei poeti "Novissimi" e del "Gruppo 63". È autore del ciclo di poesie sulla Signorina Richmond e della trilogia La Grande Rivolta (Vogliamo tutto, Gli invisibili e L’editore) sulle lotte del movimento negli anni Settanta. Recentemente ha pubblicato Sconnessioni (poesia), Milleuna (con CD) che raccoglie le sue collaborazioni con musicisti, e il romanzo multiplo elettronico Tristano. Parallelamente alla produzione letteraria ha sviluppato un’intensa ricerca in campo visivo, documentata nel volume Con gli occhi del linguaggio. Ha partecipato a numerose mostre in Italia e all’estero, fra cui la Biennale di Venezia nel 1993, e con personali alla Galleria Mazzoli di Modena, al MACRO (Museo d’arte contemporanea di Roma), alla Fondazione Morra di Napoli, alla Fondazione Mudima di Milano e alla Galleria San Ludovico di Parma. È presente alla rassegna "Italics" di Palazzo Grassi a Venezia.
pagine: 120
formato: 20 x 28
ISBN: 978-88-548-0148-6
data pubblicazione: Ottobre 2008
editore: Aracne
collana: Parole ad Arte | 2
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto