L’Africa alla periferia della storia
Conflittualità interetnica, sviluppo storico, sottosviluppo
20,00 €
12,00 €
     
SINTESI
Affiancato dalla critica ai grandi nomi dell'africanistica internazionale, il volume affronta con limpidezza e consequenzialità espositiva tre temi classici per gli studiosi del continente: il rapporto fra l'Africa e la “Storia", la questione dell'etnia e le origini del sottosviluppo. Su queste complesse problematiche il libro ha aperto la strada a una revisione critica della storiografia dell'età della decolonizzazione, proponendo la considerazione “forte” dei fattori climatici e ambientali nella co–determinazione di un'arretratezza africana in genere ricondotta al solo “impatto” con l'Europa; ponendo al centro del “dinamismo storico” africano la conflittualità interetnica; e sottolineando la necessità di una rilettura in senso materialistico–dialettico dell'etnia, da inquadrarsi entro una più generale “ricollocazione delle categorie marxiste” dalla dialettica intraetnica — privilegiata dall'antropologia marxista degli anni Sessanta e Settanta — a quella, appunto, interetnica. Il libro ha ottenuto nel 1995 il Premio Cultura Presidenza del Consiglio.Claudio Moffa è professore ordinario di Storia e istituzioni dei paesi afroasiatici presso l'Università di Teramo. Collaboratore di numerose riviste specialistiche e testate giornalistiche, italiane e internazionali, ha pubblicato diversi libri e saggi sull'Africa, il Medio Oriente, la questione dell'immigrazione e i conflitti e il diritto internazionale nell'epoca postbipolare.
pagine: 320
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-0079-3
data pubblicazione: Maggio 2005
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto