Questa è la mia vita di Jean-Luc Godard
9,00 €
5,4 €
     
SINTESI
"Questa è la mia vita” «è un film ambizioso» è stato scritto «perché ha la pretesa di darsi una struttura chiusa, perfetta in sé, quasi da tragedia classica». Una classicità non conciliante, tuttavia, che esibisce, sin dalla presentazione al Festival di Venezia del 1962, un carattere provocatorio, sollevando reazioni diverse e contrastanti. Quarant’anni dopo il film resiste allo scorrere del tempo e si conferma tra le opere più significative del cosiddetto “cinema della modernità”, testimone della riflessione di una stagione intensa del cinema. Accanto al valore estetico, l’impatto emotivo: «Un film come “Questa è la mia vita” — confessa François Truffaut — ci intrattiene costantemente ai limiti dell’astratto, poi ai limiti del concreto ed è senza dubbio questa oscillazione che crea l’emozione».

Farah Polato è titolare di assegno di ricerca presso il Dipartimento di Discipline Linguistiche, Comunicative e dello Spettacolo presso l’Università degli Studi di Padova dove collabora da anni all’attività didattica. Fra le recenti pubblicazioni: All’origine del mito di fondazione. Il suono, in Utopisti, esagerati. Il cinema di Paolo e Vittorio Taviani, a cura di Vito Zagarrio (Venezia 2004).
pagine: 140
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-0078-6
data pubblicazione: Gennaio 2006
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto