Storia del consolidamento
5. Il Settecento e l’Ottocento
11,00 €
6,6 €
     
SINTESI
Il periodo storico compreso tra l’inizio del Settecento e la prima metà dell’Ottocento è particolarmente interessante in quanto si assiste a una considerevole svolta metodologica nel campo dell’architettura e del consolidamento. Se in precedenza gli interventi erano stati eseguiti basandosi sull’esperienza e fidando su lavori eseguiti secondo la “buona pratica edificatoria”, adesso si avverte la necessità di fondare e verificare la validità degli stessi in base a nozioni scientifiche e matematiche. Ogni intervento viene preceduto da accurate indagini preliminari costituite da dettagliati rilievi. Si assiste quindi, da parte degli ingegneri e dei matematici dell’epoca, alla codifica di precise leggi raccolte in appositi manuali, più che altro dei veri e propri “prontuari” destinati a fornire direttive tecniche e metodologiche. Esemplare, da questo punto di vista, il manuale di Giuseppe Valadier, L’architettura pratica dettata nella Scuola e Cattedra dell’insigne Accademia di San Luca, Roma 1828-1839.
pagine: 164
formato: 21 x 21
ISBN: 978-88-548-0005-2
data pubblicazione: Gennaio 2006
editore: Aracne
collana: Storia, consolidamento, restauro | 5
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto