Il conto de’ conti
Le fiabe del Basile nella prima traduzione settecentesca
18,00 €
10,8 €
Area 10 – Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche
     
SINTESI
Nel 1747, in via San Biagio dei Librai a Napoli, i torchi della famiglia Migliaccio stampavano, in volume «adornato di bellissime figure», Il conto de’ conti. Trattenimento a’ giovani, raccolta di fiabe frutto del lavoro di un anonimo e colto compilatore settecentesco. Si tratta della prima traduzione in lingua italiana de Lo Cunto de li cunti (1634˗1636) di Giambattista Basile, libro «tesoro delle fiabe popolari che si narravano a Napoli» (Benedetto Croce), scritto in dialetto napoletano e con vivace prosa barocca. L’edizione che qui si pubblica riporta alla luce il testo settecentesco a lungo trascurato e conservato in rarissimi esemplari. Il saggio introduttivo ricostruisce il contesto storico e culturale di pubblicazione, la metamorfosi delle fiabe che, dall’originale, vengono rielaborate secondo il gusto letterario del “siècle de la Raison”. Lo studio delinea inoltre la fortuna editoriale del libro e la sua diffusione italiana ed europea.
pagine: 372
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-255-3544-0
data pubblicazione: Novembre 2020
marchio editoriale: Aracne
editore: Gioacchino Onorati editore S.r.l. unip.
collana: Nova et novissima | 1
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto