Concorso esterno nel reato associativo
21,00 €
12,6 €
Area 12 – Scienze giuridiche
     
SINTESI
In assenza di un esplicito riferimento legislativo che ne riconosca l’esistenza e l’ambito di operatività, la compatibilità o meno tra l’art. 110 c.p. e l’art. 416–bis c.p. rappresenta una sorta di “zona grigia”: da un lato c’è l’art. 416–bis c.p., riconducibile alla vera partecipazione al sodalizio criminoso, qualificato come concorso necessario; dall’altro esiste la c.d. “contiguità mafiosa”, imputabile a soggetti non integrati nell’organizzazione criminale e riferibile a uno spazio neutro prefigurato da autonome fattispecie criminose. Il libro indaga sulla possibilità di conformità della predetta fattispecie criminosa, di “creazione giurisprudenziale”, allo Stato di diritto. Un’autonoma figura di reato che sanzioni i comportamenti di soggetti che, non inseriti nell’organizzazione mafiosa, siano comunque caratterizzati da concreti atti di fiancheggiamento, realizzerebbe un punto d’equilibrio tra le regole del diritto e l’esuberanza di ogni potere, compreso quello giudiziario.
pagine: 396
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-255-3185-5
data pubblicazione: Luglio 2020
marchio editoriale: Aracne
editore: Gioacchino Onorati editore S.r.l. unip.
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto