Quale futuro per la solidarietà?
Osare lo spirito missionario nella contemporaneità. In occasione dei 30 anni della Fondazione MAGIS della Provincia Euro-Mediterranea della Compagnia di Gesù
10,00 €
6,00 €
Area 15 – Scienze teologico-religiose
     
SINTESI
Qual è la sensibilità missionaria della realtà italiana? Come declinare l’impegno ecclesiale in una dimensione missionaria a partire da una realtà che appare essere sempre più secolarizzata ed individualista? Quale futuro per una solidarietà che scaturisce dall’incontro con Gesù Cristo, aperta a tutto il mondo, all’incontro con culture e religioni diverse e che non fa differenza di nazionalità di chi soffre, di chi è vittima di schiavitù ed ingiustizie, di chi ha bisogno del lieto annuncio, di chi attende una parola liberante? Per una solidarietà che non sia frutto di calcoli o interessi politici, aperta a tutti: vicini e lontani, ad intra e ad extra? Questo volume, oltre a presentare un’indagine promossa dalla Fondazione Magis, Movimento e Azione dei Gesuiti Italiani per lo Sviluppo e realizzata dal Censis sulla sensibilità missionaria degli italiani, raccoglie le riflessioni sul ruolo del Magis nel mondo e sul significato di solidarietà oggi, presentate durante il Simposio in occasione del trentesimo anniversario, svoltosi alla Pontificia Università Gregoriana nel novembre del 2018. Il volume è un contributo che si sforza di rispondere a quelle domande di fondo a partire dall’impegno nei vari contesti d’intervento in cui il Magis opera: un servizio, espressione dell’intera Provincia Euro Mediterranea della Compagnia di Gesù, che è per il mondo, per i poveri, per le vittime delle ingiustizie. [dalla Prefazione]
pagine: 108
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-255-2680-6
data pubblicazione: Dicembre 2019
editore: Aracne
collana: Missio Dei | 7
SINTESI
INDICE
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto