Lettere di un cartesiano di fine Seicento
16,00 €
9,6 €
Area 11 – Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche
     
SINTESI
Il volume presenta la parte dell’opera filosofica di Michelangelo Fardella dedicata al cartesianismo di Sei–Settecento e discussa nelle pagine di note riviste dell’epoca: «La Galleria di Minerva», gli «Acta Eruditorum Lipsiensium» e il «Giornale de’ Letterati d’Italia». Le tesi di autorevoli interlocutori (da Magliabechi a Giorgi, da Malebranche a Leibniz) offrono originali spunti di riflessione sui concetti di corpo e anima, di mens e immaginazione. La sostenuta esigenza di ricomposizione del piano fisico e di quello metafisico è la risposta alla crisi epistemologica del tempo che è crisi della “coscienza europea” per il bisogno avvertito di integrare i princìpi della scienza naturale con quelli di una nuova “filosofia dell’uomo”.
pagine: 180
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-255-2305-8
data pubblicazione: Settembre 2019
editore: Aracne
collana: Ignota latebat. Filosofia e Filologia | 1
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto