Flipped inclusion
L’impianto teoretico tra bisogni emergenti e prospettive epistemologiche
19,00 €
11,4 €
Tonia De Giuseppe
Prefazione di Lucia Fortini
Introduzione di Felice Corona
Area 11 – Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche
     
SINTESI
Il volume analizza gli aspetti socio–antro–psico–educativi connessi a una specifica fenomenologia esistenziale, frutto dell’incidente accessibilità crossmediale e dei rischi propri della complessa società della conoscenza. Ne emerge il bisogno di interventi educativo–esperienziali che mirino a un vivere flessibile, alla ricerca di equilibri in divenire. Il modello flipped inclusion propone una trasposizione ecologica dell’apprendimento di sistema e degli approcci computazionali per la promozione di identità e contesti inclusivi, attraverso una declinazione semplessa della flipped learning/classroom, come artefatto progettuale sistemico, coniugata secondo il costrutto sociale d’accessibilità inclusiva prevista dall’ICF (International Classification of Functioning, Disability and Health) e dall’Universal Design for Learning.
pagine: 264
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-255-2247-1
data pubblicazione: Dicembre 2018
editore: Aracne
collana: Differenze | 10
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto