Quanto può durare una vita?
Analisi sul suicidio e sul fenomeno delle morti online
9,00 €
5,4 €
Area 14 – Scienze politiche e sociali
     
SINTESI
Il suicidio ha da sempre avuto un’accezione al singolare, che rimanda alla solitudine e talvolta all’alienazione, ma in una società i cui strumenti, comportamenti e tecnologie sembrano spingere l’individuo sempre più verso l’asocialità e l’esclusione dal gruppo, esso comincia ad assumere una sfumatura più collettiva. Il volume ripercorre la storia del suicidio e degli studi dedicati al tema, indaga il fenomeno nella realtà orientale del Giappone e chiude con l’analisi delle forme di suicidio più recenti, che con l’avvento di Internet hanno toccato ogni angolo del pianeta. Vengono esaminate manifestazioni come l’effetto Werther e il cyberbullismo, le chat pro–suicidio e gli articoli di cronaca riportanti strani casi di suicidi collettivi, con l’obiettivo di guardare all’atto suicidario da diverse angolazioni, ma sempre con una domanda a farci da faro: siamo davvero così soli ormai da sentire l’esigenza di cercare, anche nella morte, un degno compagno?
pagine: 92
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-255-2244-0
data pubblicazione: Marzo 2019
editore: Aracne
collana: Conflitti, criticità e mutamenti sociali | 13
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto