Il Regno dei Serbi, Croati e Sloveni nell'Europa di Versailles (1918–1921)
13,00 €
7,8 €
Area 14 – Scienze politiche e sociali
     
SINTESI
Il primo dicembre 1918 Aleksandar Karađorđević proclama il Regno dei Serbi, Croati e Sloveni. L’instabilità interna è dovuta a una lunga attesa, circa due anni, per arrivare alla definizione delle frontiere, a causa di un’influenza reciproca tra questione nazionale ed equilibrio internazionale che rimarrà una costante della Jugoslavia interbellica. Il Regno si presenta alla Conferenza della Pace di Parigi con dispute territorialiaperte con tutti i suoi vicini, eccetto la Grecia. Il nuovo assetto europeo sembrerà risolvere, solo apparentemente, le questioni confinarie aperte dal crollo delle compagini imperiali nell’Europa danubiano–balcanica, inaugurando un’epoca di crescente revisionismo che avrà tra i principali obiettivi anche la riconsiderazione dell’unione jugoslava.
pagine: 244
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-255-0112-4
data pubblicazione: Marzo 2017
editore: Aracne
collana: Nazionalismi, storia internazionale e geopolitica | 6
SINTESI
RECENSIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto