Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto
Ragni dietro le quinte
Collana di opere teatrali
12   Due Quartetti / Two Quartets


Talvolta nemmeno la coppia è in grado di comprendere ciò che è accaduto o accade all’interno della stessa. Anni ’60: un abituale incontro fra quattro amici offre un quadro sui rapporti di coppia uomo-donna. Circa trentacinque anni dopo, un abituale incontro tra i figli, amici a loro volta, offre un quadro sui rapporti di coppia uomo-donna negli anni zero. Si tratta di un tentativo di equilibrio e di descrizione delle dinamiche odierne.


11   Il Mar Egeo


Il Mar Egeo, opera teatrale in sei atti, è un’interpretazione della nascita della democrazia raccontata attraverso personaggi emblematici, tra cui spicca quello di Dek, un mercante che nell’attraversare il Mediterraneo si fa portavoce delle arti e della cultura del tempo.


10   Beniamino o le cose dell’altro mondo


Budapest, 1944. Due affascinanti donne, Ginetta e Gisella, irrompono nella vita di Eugenio Vally facendolo innamorare di loro. Ne nasce una delle più divertenti commedie contro il nazismo, che gioca sull’intelligenza femminile e la sensibilità maschile, sulle forze dell’attrazione sessuale e l’ansia di libertà. Lengyel si fa audace portavoce delle esigenze di una società nuova, mescolando comicità e disperazione con effetti dirompenti.


9   La Commedia degli Scienziati


Ci troviamo in un museo, i protagonisti sono i grandi scienziati. Tesla, Meucci ed Edison sono ospiti di Graham Bell e di sua moglie, che hanno inaugurato l’Osteria degli Inventori.


8   Il richiamo dell’oltre
La Macchia; Tu ti chiami Rosa; De Profundis


Gli atti unici raccolti nel Richiamo dell’oltre si sporgono sul labile confine tra vita e aldilà e costituiscono una riflessione organica e globale. La Macchia è ispirato alle vicende di Patrick Branwell Brontë, artista maledetto, fratello delle celebri sorelle Brontë, mentre le vicende di Tu ti chiami Rosa si snodano a partire dall’esperienza di sospensione del ritmo vitale di un coma cerebrale.


7   Comici in viaggio
Attori e maschere all’origine del teatro italiano


È l’alba di un nuovo secolo. Un gruppo di comici è in viaggio per rappresentare i propri lavori. Durante il tragitto si accorgono di non avere il materiale necessario. Per non rischiare di perdere il contratto, devono “ripiegare” sulle maschere, cercando di recuperare un’antica memoria scenica. Sentono che stanno scomparendo insieme alla loro arte, sanno di non essere più al centro dell’evento ma, con la riscoperta della maschera, percepiscono che forse un tempo nuovo sta nascendo.


6   Opere teatrali


Nei drammi I cortili degli invisibili e Nell’arco dell’iride, dopo i terrificanti eventi notturni del terremoto e dell’invasione militare, la morte incombe sulle popolazioni superstiti, intrappolate o costrette alla fuga, disorientate e terrorizzate dal futuro. Si sviluppa la lotta tra la malvagità di alcuni e le idealità di altri che diffondono la luce del bene e la fede nell’eternità dell’amore, non solo giovanile.


5   Trilogia del torchio dei miracoli


Legno, vino e sale bastano a Trilogia del Torchio per fare miracoli attraverso La cattedra di Galilei, Night Club Muskiat e Sette7- sale di U-Chino. Incalzati dalla fisicità soverchiante delle parole, i tre testi giocano a rincorrersi nel vortice della comicità che rende più leggeri, per conquistare la muta fissità di un quadro cornice di se stesso. Osservato, l’occhio dello spettatore aspira a ricomporre l’ansia di chi pensa di esserne l’incantatore.


4   Dostoevskij
Il destino di uno scrittore, la libertà di una coscienza


La forza spirituale di Fëdor Dostoevskij è il tema centrale che lega la raccolta di questi tre testi teatrali. Uno scrittore che non soccombe al suo destino di uomo debole, malato, in lotta con la povertà, ma che vince ogni avversità grazie alla sua forza interiore e alla libertà di pensiero. Con brevi flash si illuminano i momenti più salienti della sua esistenza: l’uomo e l’artista convivono tra dubbi e sofferenze.


3   Migranti


Una ragazza che sogna di vedere il mondo, un ragazzino che fugge il suo villaggio bombardato, un giovane che trasporta le ceneri e la lettera-testamento della madre morta, una ragazza girovaga il cui accampamento è stato distrutto da uomini in uniforme. Per strade polverose e vie diverse raggiungono il mare, dove ogni strada conduce. Accompagnati dai due passatori e dall’indistinto coro dei migranti, i personaggi attraversano il mare e giungono “dall’altra parte”.


2   Centomila anime su una poltrona


Centomila anime su una poltrona è la tragicommedia dell’Italia contemporanea. Un’opera che frantuma in pieno l’universo di questo Paese essenzialmente cattolico, tradizionalmente operaio e forgiato da una schiera di ideali, misti a valori, che controbilancia la corruzione annidata negli angoli bui del sistema politico. È a modo suo la parodia della vita moderna, giacché il protagonista – tutt’altro che un giovane aitante e gagliardo [...]


1   Miriam e La Vergine – Alina e le lucciole


Il testo Miriam e La Vergine vive d’un serrato confronto, quasi un contrasto, tra due figure che incarnano interpretazioni opposte del concetto di Madonna. In alina e le lucciole si indaga il mondo della prostituzione minorile, attraverso la storia di una sua giovane vittima, Alina, cercando di individuare anche i contorti percorsi psicologici di sudditanza e dominazione che intessono le maglie di una simile prigionia.