Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto
Filamenti
Collana di racconti
28   Tra cuore e ragione


L’autore raccoglie propri racconti e poesie, scritti biografici e contestualizzazioni odierne di avvenimenti anche epocali. Il compendio supera la mera intenzione compilativa per offrire, in una volontà divulgativa (ed educativa), ricordi cari e importanti, desideri e situazioni che si vorrebbero avverate e consolidate. Questo anche per armonizzare i rapporti sociali e assicurare un futuro al pianeta che ci ospita e alle successive generazioni.


27   Orizzonti velati


Sono racconti che fuoriescono dall’anima dell’autrice, l’onirico ordito dei suoi ricordi, soprattutto quelli della sua infanzia e della sua prima giovinezza, che percorrono la sua esistenza di adulta sognatrice. La sua terra antica fatta di piccoli gesti, di grandi complicità, di semplicità di paese che ormai si sono persi per sempre, ma che rimangono nel cuore dell’autrice che trascrive con grande trasporto quei tempi andati, quelli del suo ingenuo candore.


26   I monaci di Santu Stasi


Nei Monaci di Santu Stasi ritroviamo un mondo ormai scomparso fatto di frati, “truvaturi” e tesori nascosti, elfi, folletti, contadini e pastori di una Sicilia suggestiva e “ammagante” che non esiste più. Le fonti relative ai religiosi di Santu Stasi — che vivevano in romitaggio nell’agro di Castiglione di Sicilia, dove sono ancora visibili dei ruderi — sono infatti quasi tutte affidate a racconti orali tramandati di generazione in generazione.


25   L’altra giara


Il fil rouge che si snoda attraverso i racconti è la riscoperta dell’amore per la vita, la volontà di vivere nonostante tutto, nonostante le crisi e le debolezze che attendono i personaggi al varco. Le vicende e i pensieri dei protagonisti offrono uno spaccato di quotidianità, in un susseguirsi di scene quasi filmate, in cui è difficile non immedesimarsi. La vita, talora, ci catapulta negli eventi in modo beffardo o surreale, ma vince su ogni ostacolo: questo il messaggio dell’autore.


24   Devo mettere a posto l'armadio del corridoio


Il libro raccoglie cinque racconti. Il primo narra l’esperienza di una grave malattia affrontata con la grinta di un combattente. Il secondo racconta una storia d’amore ambientata nella campagna romana del 1849. Il terzo racconto riporta i lettori al recente passato, a un piccolo centro del litorale romano. La protagonista del quarto racconto è Martina, una donna provata da una recente separazione, che verrà suo malgrado coinvolta in una storia quasi surreale. Infine una buccia di cipolla, nell’ultimo racconto, è il pretesto per affrontare la realtà dolorosa delle migrazioni africane.


23   I racconti della metro


I racconti della metro è un’antologia di piccole storie, tanto brevi da poter accompagnare il lettore tra una fermata della metro e l’altra. Le vite delle persone e i loro destini si intrecciano come i percorsi sotterranei e corrono lungo i binari del tempo superando i confini dello spazio. Piccoli mondi, esperienze fantastiche, storie inimmaginabili racchiusi in soli seimila caratteri: giusto il tempo di una fermata.


22   Igor Shlùpkin e altre storie


Un ragazzo di campagna alle prese con l’iniziazione alla vita adulta e le primizie dell’educazione sentimentale; un apologo sui pregiudizi sociali e la stupidità sociale immerso nell’atmosfera inconfondibile delle Langhe; la tenera e violenta ossessione di un fantasmagorico abitante delle regioni inospitali del disturbo mentale; una vita di isolamento e di silenzio compressa nelle poche ed efficaci pagine di un racconto di mistero e di crimine.


21   Trilogia di una convivenza e altri racconti


La raccolta, composta da dieci racconti, si apre con una trilogia su un’eruzione vulcanica che mette in scena la clamorosa violenza della natura davanti alla quale l’uomo arranca, piccolo e vulnerabile. Le storie che seguono ritraggono una serie di personaggi, diversi tra loro, ma accomunati da una medesima condizione di disagio emotivo, oltre che dalle difficoltà di relazionarsi con gli altri. Con trame lievi e linguaggio asciutto, la raccolta segna l’esordio dell’autrice.


20   Squarci / Coups de projecteur


Questo lavoro si sviluppa in un arco di tempo che va dal 1975 al 2004. I racconti presenti rappresentano delle riflessioni sul mistero e sulla complessità delle relazioni umane oppure di riflessioni scaturite da pensieri sulle situazioni politiche osservate da semplice testimone, ma coinvolto. L’autore si propone di scalfire la violenza che ha origine nell’incapacità di capire il proprio vissuto, di suggerire l’ascolto delle diversità e l’attenzione all’altro, contrapponendo dialogo e parola.


19   Coriandoli


Uno scrittore confusionario, personaggi reali o realistici, piccole storie agrodolci: questo il tessuto narrativo della breve raccolta di racconti. Emozioni che cercano una loro affermazione sulla carta; un esperimento che, nella narrazione, avvicina e mette a confronto le esperienze e le caratteristiche di una fauna umana variegata. «Tu sei un personaggio che non funziona», così il primo protagonista si ritrova investito del proprio ruolo da un bambino curioso.


18   Nella neve e altri racconti


Questi tre racconti, accomunati dalla tematica pacifista, tanto cara all’autore, dipingono magistralmente l’orrore, lo smarrimento, il senso di ingiustizia di fronte alla guerra, fallimento dell’umanità e di tutti i suoi ideali.


17   Appuntamento con la storia
Dieci racconti


I dieci racconti che compongono il volume riportano altrettanti avvenimenti realmente accaduti nella storia d’Italia. All’interno di questa cornice “ufficiale”, l’autore inventa dieci piccole storie che hanno come protagonisti attori involontari e inconsapevoli. Ma qual è il confine tra realtà e fantasia? L’autore si diverte a confondere realtà e fantasia, verità scritte e vite inventate. Il lettore può scegliere la strada da seguire.


16   L’arca di Noè


«Interroga tuo padre e te lo farà sapere» (Dt 32,7). Così la Bibbia esorta i giovani. «Racconta!», invece, è il monito che tutta la tradizione ebraica rivolge ai genitori, ovvero «fate haggadah», raccontate la storia, trasmettete la fede, tramandate “le proprietà”. Ecco allora alcuni racconti per immaginare gli ambienti, le atmosfere, i mondi storici e geografici in cui gli uomini, migliaia di anni fa, incontrarono il Dio fatto carne, impastato di umano, incredibilmente terreno.


15   Dialoghi allo specchio
Racconti


Lo specchio non permette calcoli, non c’è menzogna solo verità dell’apparire. L’invisibile si fa visibile. Lo specchio come inesorabile memoria. Questo il percorso del libro che sviscera, in maniera ironica ma profonda, le debolezze umane. Lo specchio, vero o virtuale, è lo strumento utilizzato per un’indagine che raggiunge le pieghe dello spirito meno frequentate. Le storie indirizzano il lettore verso un personale specchio, catalizzatore dello svelamento e scrigno della memoria.


14   Vogut
Il sesto senso e altri racconti


Tutto va in pezzi, si frantuma, si rompe… la vita, i cuori, il tempo, c’è questo incessante lavorio di una cosa contro l’altra, di continui attriti e frizioni, urti, scontri. Colpi. A volte da infliggere a se stessi senza alcuna indecisione o paura… Bisogna solo allentare i legami con cura. Diradare gli incontri. Allenarsi a fare a meno di sé e degli altri. Bisogna solo imparare a scomparire. Solo questo. Imparare, con diligenza, a scomparire.


13   Sei fiabe che sconvolsero il mondo


Per dirla alla Giorgio Gaber, Amata si sente di appartenere alla razza che molti in occidente credono in estinzione, ma pur accettando di essere membro attivo di una minoranza, vuole dimostrare che la razza ha ancora un avvenire a condizione che...


12   In fondo, la luce
Racconti in prima persona


Di un realismo immaginifico, le unidici voci a cui dà vita la penna di Silvia Morante si caratterizzano tutte per l’assenza di meraviglia con cui si raccontano e raccontano il paradosso.


11   Quadri di donne di quadri
Racconti


Più che un libro una mostra di racconti allestita come una galleria di quadri che hanno tutti uno stesso comune denominatore: le donne.


10   Machina Cana
Voci da una città in trasformazione


Mescolando poesia e prosa, Machina Cana rappresenta un romanzo per quadri fra reale e surreale, sulla Roma dei nostri giorni, sull’orlo del collasso ma con una forza pulsante che la fa andare avanti.


9   Quando una moglie capisce
e altre storie


Dal soccorso offerto a una signora caduta distesa sul marciapiede nasce “Una vera questione d'equilibrio”. La caccia, negli anni Sessanta, a mobili e oggetti antichi da parte di rigattieri senza scrupoli ha suggerito “Una povera onesta cara famiglia”. E il desiderio di un’auto può diventare ossessione compulsiva come in “Emozioni!”


8   Maledettismo
Racconti


Uomini e donne incastonati in tele d’impressioni e angosce, fuggenti e schivi, impauriti dal loro riflesso, marionette necessarie in una corrotta spirale di simboli. Ogni esigenza si traduce in un sottile equilibrio di cruauté artaudiana, in cui la sofferenza è un motore metafisico assolutamente imprescindibile perché s’inneschino occulti meccanismi dell’esistenza.


6   12
Racconti a Hopper


Dodici istanti immaginati osservando un’immagine. Dodici emozioni rubate e descritte davanti a dodici opere d’arte. Dodici racconti per le dodici pagine di un calendario. Treni, sogni, caffè. E poi donne: donne assorte, donne che fuggono mettendo in fuga e si rifugiano in luoghi o in non luoghi a interrogare gesti e volti di uno sconosciuto o a sentir parlare di una se stessa imprendibile. E un uomo, Edward Hopper, che interpreta questo mondo osservando il mare.


5   L’anello che non tiene
Racconti


Composta di cinque racconti brevi più un atto unico, e conclusa da una deliziosa e inquietante favola, questa raccolta propone al lettore una galleria di destini che si incrociano, nel momento decisivo del loro compiersi, con eventi esterni capaci di catalizzare la manifestazione di una crisi latente e di condurre necessariamente i personaggi alla scoperta ultima, irreversibile e accecante, del senso della loro esistenza.


4   Il bacio della cattiva notte
Racconti mistery


Una raccolta di storie mistery pensata per chi non ha voglia di dormire e preferisce rimanere sveglio a riflettere su come il male e la paura del mondo non stiano solo lì fuori, in quel luogo che ci piace chiamare realtà, ma anche dentro di noi, in una zona d’ombra inesplorata, il covo dello scorpione. Sono i rimasugli di ciò che temiamo di più, destinati ad assumere le sembianze più strane.


3   Il sonno della ragione
Racconti fantastici del XIX secolo. Spagna e Ispanoamerica


Questo volume raccoglie dodici suggestivi racconti, poco conosciuti al grande pubblico, di alcuni fra gli autori più importanti della letteratura spagnola e ispanoamericana dell’Ottocento. La loro lettura diventa, così, un appassionante viaggio nella psicologia e nell’immaginario collettivo di un intero secolo.


2   Giorni minuti
Racconti brevi


Trentasette racconti fulminei, trentasette finestre socchiuse sulla vita di altrettanti sconosciuti. Ci sono giorni più corti dei minuti. Radiosi e intensi come stelle. Filano via troppo svelti e li si guarda tramontare invocando qualcuno che li fissi, che stacchi dal quadrante le lancette: il tè di un bambino in cucina, un matrimonio senza invitati, il ritorno del soldato al suo paese, una pescata nel freddo di un canale, il primo bacio in quarta ginnasio.


1   Le mitomani favolose
Racconti del femminile


I racconti di questa raccolta interpretano storie di personaggi femminili della mitologia greca classica da una prospettiva di genere. Il mito, declinato letterariamente per secoli essenzialmente dal punto di vista maschile, è qui considerato da una posizione che nella storia delle lettere e delle civiltà è stata troppo spesso marginale: quella delle donne.