Convegno
Il giudice e la mediazione: esperienze e prassi a confronto. La ricerca dell’Ateneo di Firenze a disposizione del Sistema Giustizia
lunedì 11 novembre 2013, ore 14:00 - 19:00

Polo delle Scienze Sociali, Università degli studi di Firenze
via delle Pandette, 32
edificio D4
50127 Firenze

ore 14:00: registrazione dei partecipanti

ore 14:30: saluti di benvenuto:
Giovanni TARLI BARBIERI, Direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche
Paola LUCARELLI, Professore nell’Università di Firenze – Responsabile del LUAM


ore 15:00: La crisi della giustizia e il ruolo della mediazione
Cosimo Maria FERRI, Sottosegretario Ministro della Giustizia

ore 15:30: Esperienze e prassi a confronto
Ilaria PAGNI, Professore nell’Università degli Studi di Firenze
Giuseppe BUFFONE, Giudice del Tribunale di Milano
Massimo MORICONI, Giudice del Tribunale di Roma
Debora RAVENNA, Giudice di pace a Monza, Coordinatrice dell’Osservatorio di Milano

ore 17:00: Il Laboratorio Un Altro Modo e il progetto Nausicaa2 dell'Osservatorio di Firenze: un'esperienza condivisa tra Tribunale e Università
Luciana BREGGIA, Giudice del Tribunale di Firenze – Coordinatrice Nazionale degli Osservatori sulla Giustizia Civile
Paola LUCARELLI, Professore nell’Università degli Studi di Firenze

ore 17:30: Profili evolutivi della scienza giuridica tra accesso alla giustizia e deflazione delle liti
Remo CAPONI, Professore nell’Università degli Studi di Firenze

ore 18:00: dibattito
Coordina Marco MARINARO, Professore a contratto nell’Università di Napoli Federico II, Giornalista Pubblicista

Nel corso dell’evento saranno presentati da Aracne e Wolters Kluwer i volumi di recente pubblicazione in materia di Mediazione.


Strutture ricreative consigliate:
Ristorante Santo Graal, via Romana, 70r - 50125 Firenze
Residenza d’Epoca San Jacopo, borgo San Jacopo, 33 - 50125 Firenze




Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto