Umberto Bernabai
Sonnino, 19/05/1936


Umberto Bernabai, laureato in Chimica, nel 1961 avviò le prime ricerche nell’Istituto di Metallurgia della Facoltà di Ingegneria di Roma sotto l’autorevole guida del prof. Felice De Carli. Professore ordinario dal 1993, è titolare della cattedra di Scienza dei metalli; tiene attualmente il corso di Metallurgia meccanica. Membro dell’Associazione Italiana di Metallurgia e dell’American Society for Metals International, ha svolto ricerche nei seguenti settori: fragilità degli acciai da metalli liquidi, corrosione a umido, struttura dei metalli liquidi, corrosione a caldo, saldatura, metallurgia della superficie, sviluppo di acciai e ghise ad alto manganese, rivestimenti protettivi di leghe per alte temperature, acciai per alte temperature, interazione idrogeno-acciai, interazione idrogeno-titanio, supporti metallici per marmitte catalitiche, rivestimenti multistrato antiusura.
È inoltre autore di molte poesie, anche in vernacolo romanesco, pubblicate su «Voce Romana»; Bollicine d’estate nella raccolta di Anna Manna Le rosse pergamene, Pagine Ed. 2001; Meteora di pace nella raccolta Poesie per Karol, Anemone Purpurea Ed. 2005. Ha ottenuto apprezzati riconoscimenti: Premio “Fiore di roccia” per la Poesia d’amore (Roma 2001), Premio “Fiori dalla Pace” (Roma 2003), Targa “Le rosse pergamene” (Roma 2003).
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto