Rossana Maria Caira Lumetti
Libera Università degli Studi “Maria SS. Assunta” (LUMSA)
Facoltà di Lettere e Filosofia

Rossana Maria Caira Lumetti, professore associato di Letteratura Italiana presso la Facoltà di Lettere della LUMSA (Roma), ha insegnato anche Letteratura italiana moderna e contemporanea, Storia della critica letteraria e Letteratura comparata. Ė stata responsabile della prova propedeutica d'Italiano per Scienze della Comunicazione e Tecnica Pubblicitaria della LUMSA e, in questa veste, ha pubblicato il saggio Formulazione di un testo pubblicitario nel volume Scrivere per comunicare, a cura di G.Pallotti (Milano, Bompiani, 1999) e Letteratura e iconografia. Suggestioni di lettura per gli Studenti di Scienze della Comunicazione e Tecnica Pubblicitaria (Roma, Aracne, 2008). Rossana Caira Lumetti ha studiato, all'inizio della sua attività di ricerca, la letteratura "rusticale" , pubblicando inediti della Percoto e della Codemo (C.Percoto, Il giornale di mia Zia, Roma, Bulzoni, 1984; Le umili operaie. Lettere di Luigia Codemo e Caterina Percoto, Napoli, Loffredo, 1985; Un romanzo incompiuto: riflessioni e appunti su "L'emigrazione in Friuli" di Caterina Percoto in "Metodi e Ricerche", a.X,n.2, 1991. Ha svolto attività di ricerca in Italia e all'estero e, in particolare, a Stoccolma e a Vienna, ricerche che hanno permesso alla studiosa di approfondire i rapporti tra la letteratura italiana e la cultura dell'Europa del Nord. Risultato di questi studi sono numerosi articoli e libri, riguardanti soprattutto il XVII e il XVIII secolo. Sui rapporti tra la cultura italiana e svedese nel XVIII secolo ha pubblicato: La cultura dei Lumi tra Italia e Svezia. Il ruolo di Francesco Piranesi, Roma, Bonacci, 1990; Introduzione alla Lettera di F. Piranesi al Signor Generale D. Giovanni Acton di Vincenzo Monti, Palermo, Sellerio, 1991; Anche tu Bruto...L'ideale del buon governo tra letteratura e storia, Roma, Aracne, 2002 e numerosi saggi, alcuni dei quali in corso di stampa. Si è occupata anche di Cristina di Svezia e l'Italia: Ricrear la corte rinascimentale: Cristina di Svezia e "Il cavaliere e la dama" di Giovanni Battista De Luca in Cristina di Svezia e la cultura delle Accademie, Roma, Il Calamo, 2005;il saggio FamilJen Barberini. En főrebild för drottning Kristina in Bilder av Kristina. Drottning av Sverige - Drottning i Roma, Stockholm, Livrustkammaren, 2013; ha curato con S. Fogelberg Rota e introdotto il vol. Letteratura, arte e musica alla corte romana di Cristina di Svezia, Atti del Convegno di studi, Lumsa 2003, Roma, Aracne, 2006. Per i suoi studi sui rapporti tra Italia e Svezia ha avuto nel 2009, a Stoccolma, il Premio Lagergren. Rossana Caira ha studiato la cultura a Vienna nel Sei e Settecento; ha pubblicato i suoi studi in Poesia e musica a Vienna nella seconda metà del XVII secolo, in Atti del XIV Congresso AISLLI, Odense University Press, 1997; Ritratto di un principe "esemplare" nella biografia di Niccolò Avancini: Leopoldo Guglielmo d'Austria vescovo e guerriero, poeta e collezionista in Meditazioni sacre e profane, Roma, Studium, 2006; Le illustrazioni di alcune edizioni settecentesche di Metastasio in Il melodramma di P. Metastasio. La poesia la musica la messa in scena e l'opera italiana nel Settecento, Roma, Aracne, 2001; Gli italiani a Vienna all'epoca di Metastasio in La tradizione classica nelle arti del XVIII secolo e la fortuna di Metastasio, Roma, Artemide, 2003; Da Ponte esiliato da Vienna con una appendice di documenti, Roma, Aracne, 1996; Le influenze goldoniane sul teatro viennese del Settecento e il caso della "Caffettiera bizzarra" di Da Ponte, in «Rassegna della letteratura italiana», I, XXV, 2007. Ha pubblicato sui Barberini e la cultura secentesca romana ed europea: Buti tra Bibliotecari, Segretari e Maestri di Casa Barberini, Parma, Università degli Studi di Parma – LUMSA, 2009. Ha edito G. Baretti, The Carmen Seculare con Introduzioni e note, Roma, CISU, 1994. R. Caira Lumetti è autrice di saggi sulla letteratura trecentesca, ottocentesca e novecentesca; tra gli altri: La metafora del viandante in S. Caterina da Siena in Studi di Italianistica, Roma, Aracne, 2002; Echi danteschi in Primo Levi in Prosa e poesia. Modelli intertestuali tra Leopardi e Primo Levi, Fossombrone, Metauro, 2001; Goethe e il Romanticismo italiano in «Cultura Tedesca», vol.I, 2002; La ricezione di Schiller in Italia tra Sette e Ottocento: il caso di Ugo Foscolo in «Cultura Tedesca», vol.XXVIII, 2005; il volume Con fedeltà immutata. Lettere di G. Stuparich a B. Tecchi (1925-1961), con il saggio introduttivo Tra lettere e letteratura, Casoria, Loffredo, 2006. Attualmente sta preparando un'edizione della corrispondenza tra C. F. Fredenheim e Francesco Piranesi.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto