Maria Rosaria Senatore
Università del Sannio di Benevento
Dipartimento di Studi Geologici e Ambientali (D.S.G.A.)

SSD: Geo/02 – Geologia stratigrafica e sedimentologicaDipartimento di Scienze per la Biologia, la Geologia e l’AmbienteVia dei Mulini 59/A – 82100 BeneventoAttuale posizione: Professore AssociatoIstruzione e formazione:- Laurea in Scienze Geologiche presso l’Università degli Studi di Napoli, Federico II (1979), tesi sperimentale in Geologia Marina;- Dottorato di Ricerca in "Geologia del Sedimentario" presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell'Università degli Studi Federico II di Napoli (1988);- Ricercatore CNR, ex art. 36, presso l'Istituto di Geologia Marina GeoMare Sud (oggi IAMC) del CNR in Napoli dal 1989;- Ricercatore universitario collegato al Programma Nazionale di Ricerche in Antartide, presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II, dal novembre 1990;- Responsabile del Laboratorio di Geologia Marina presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università degli Studi di Napoli, Federico II;- Professore Associato dal 2000 presso l’Università degli Studi del Sannio dove insegna le materie proprie del settore della Stratigrafia e della Sedimentologia (SSD: Geo/02);- Responsabile del Laboratorio di Geologia Stratigrafica presso il Dipartimento di Scienze per la Biologia, la Geologie e l’Ambiente dell’Università degli Studi del Sannio;Attività scientifica:Geologia Marina:- Direttore del Rilevamento geologico dei fogli geologici alla scala 1:50.000 Rotondella, Policoro e Foce del Sinni – parte mare; tale attività si svolge nell’ambito del Progetto Nazionale CAR.G;- Ricostruzione dell’evoluzione geologica recente della piattaforma continentale dei golfi di Salerno, di Pozzuoli, di Gaeta e di Taranto, mediante stratigrafia sismica e stratigrafia fisica e sedimentologia di carotaggi; variazioni ambientali in relazione ai cambiamenti climatici ad alta ed altissima frequenza;- Responsabile scientifico dell’unità del Sannio nell’ambito del Progetto MAGIC (Marine Geohazard along the Italian Coasts) della Protezione Civile Nazionale e Membro del Comitato Tecnico Scientifico Nazionale di tale progetto;Geologia delle fasce costiere:- Evoluzione geologica delle fasce costiere, durante il Pleistocene – Olocene, della piana del Sele, del Sarno e di Metaponto mediante stratigrafia fisica e sequenziale su affioramenti e sondaggi; analisi delle facies e delle associazioni di facies; correlazioni cronostratigrafiche; variazioni ambientali e variazioni climatiche ad alta frequenza;Geoarcheologia:- Ricostruzione del paesaggio geologico e individuazione e definizione di eventi catastrofici, mediante stratigrafia fisica, stratigrafia su profili georadar e sedimentologia, al livello cronologico dei siti di Pompei antica, Poseidonia, Metapontum, Benevento, Baselice, Castelpoto (Santa Maria a’ Peccerella);- Responsabile scientifico del Progetto Pon “Tecnologie innovative per la conservazione, il recupero ed il restauro dei beni archeologici sottoposti a forte pressione antropica ed in aree soggette a rischio di eventi naturali “;Geositi e divulgazione delle Scienze della Terra:- Si occupa dell’individuazione di siti geologici ad alto valore culturale, del loro studio stratigrafico e sedimentologico, e della divulgazione degli stessi mediante pannelli e guide;Geologia regionale:- Rilievo geologico e studio stratigrafico, sedimentologico e stratigrafico sequenziale di successioni sedimentarie affioranti in Appennino meridionale di età miocenica, pliocenica e pleistocenica (Flysch di Faeto, successioni di Castelpoto, della città di Benevento e di Morra de Sanctis);- Rilevatore di un’area nell’ambito del CARG – Foglio n. 450, Sant’Angelo dei Lombardi;- Consulente scientifico per la stratigrafia e sedimentologia delle successioni plioceniche ricadenti nei fogli geologici n. 419, San Giorgio La Molara, e n. 449, Avellino;- Progetto per la Stima e la Riduzione della Vulnerabilità dell’Ambiente Costruito – TRAIANO (Gruppo Nazionale Difesa dai Terremoti): Task 3: Caratterizzazione geologica dell’area di studio. La città di Benevento.Collaborazioni:- Soprintendenza Archeologica di Napoli e Pompei;- Soprintendenza di Salerno, Benevento e Avellino;- Università degli Studi di Napoli Federico II;- Istituto per l’ambiente marino costiero del CNR di Napoli;- Università degli Studi di Firenze, Dipartimento di Biologia Vegetale;- Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Dipartimento di Scienze della Terra;- U.S. Geological Survey, Branch of Pacific Marine Geology, Menlo Park, California, USA;- Smithsonian National Museum of Natural History, Washington, USA;- University of Sydney, Department of Archaeology, Australia.Riconoscimenti:- Premio Accademico per le Scienze della Terra per l'anno 1989 conferito dall'Accademia di Scienze Fisiche e Matematiche della Società Nazionale di Scienze Lettere ed Arti in Napoli.
PUBBLICAZIONI
CONTRIBUTI





Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto