Gino Tellini
Bibbiena, 05/05/1946
Università degli Studi di Firenze
Dipartimento di Lettere e Filosofia

Gino Tellini, ordinario di Letteratura italiana moderna e contemporanea all'Università di Parma dal 1980 al 1984, è ordinario di Letteratura italiana alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Firenze dal 1985. È coordinatore della Scuola di Dottorato internazionale di ricerca in Italianistica e Direttore del Centro di Studi «Aldo Palazzeschi» dell'Università di Firenze. Ha fatto parte della Giunta esecutiva del Comitato Nazionale per le Celebrazioni di Vittorio Alfieri (1999-2003) e del Consiglio Scientifico della Fondazione Centro di Studi Alfieriani di Asti (2003-2007). Fa parte del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Primo Conti di Fiesole (Firenze) per lo studio delle Avanguardie storiche. Fa parte del Consiglio Scientifico dell'Edizione Nazionale ed Europea delle Opere di Alessandro Manzoni e del Consiglio Scientifico dell'Edizione Nazionale delle Opere di Giovanni Verga. Dal 2003 è socio corrispondente della Commissione per i Testi di Lingua di Bologna. Dirige dal 1985 la collana di testi letterari «Le Parole ritrovate», dal 2003 la collana di saggistica «Biblioteca di letteratura» e condirige dal 1989 il semestrale di letteratura «Studi italiani».
Si è dedicato a ricerche sulla civiltà letteraria dal Cinquecento al Novecento, con indagini su Tasso e sulla cultura secentesca (Francesco Redi, Paolo Boccone, Francesco DAndrea, Geminiano Montanari), ma soprattutto su autori e movimenti di area sette-ottocentesca e novecentesca (Alfieri, Foscolo, Manzoni, Leopardi, Tommaseo, Giusti, Verga, Tarchetti, Fogazzaro, il romanzo otto-novecentesco, Palazzeschi e le avanguardie novecentesche, Tozzi, la poesia contemporanea, Govoni, Pasolini, Zanzotto).
Ha curato edizioni di Alfieri, Manzoni, Leopardi, Isabella Teotochi, Carlo Bini, Tommaseo, Emilio Praga, Panzini, Verga, Govoni. Ha dedicato attenzione particolare alla tradizione e alla variantistica delle raccolte novellistiche verghiane, alla tradizione e allaccertamento testuale dei racconti di Tommaseo, alla cura filologica di testi novecenteschi («La Guinea» di Pasolini, le poesie di Govoni, i romanzi di Palazzeschi), allo studio del genere epistolare (Alfieri, Leopardi, Giordani) con edizione di lettere e carteggi inediti (Tommaseo-Vieusseux, Palazzeschi-G. De Robertis), alla critica delle varianti dautore (a cui è dedicato un saggio nel volume Filologia e storiografia del 2002 e che è stata operativamente applicata soprattutto nelle ricerche su Verga, Tommaseo, Palazzeschi). Ha curato ledizione di Tutti i romanzi di Palazzeschi, per i «Meridiani» di Mondadori (due volumi, 2004-2005).

Negli ultimi anni, ha coordinato un gruppo di lavoro per un numero monografico di «Studi italiani» dedicato a Palazzeschi: La «difficile musa» di Aldo Palazzeschi. Indagini, accertamenti testuali, carte inedite, a cura di G. Tellini, in «Studi italiani», XI, 1-2, 1999, pp. 344.
Ha collaborato allorganizzazione del Convegno Internazionale Alfieri in Toscana (Firenze, 19-20-21 ottobre 2000) e ne ha curato gli Atti: Alfieri in Toscana, a cura di G. Tellini e R. Turchi, Firenze, Olschki, 2002, 2 voll., pp. 834.
Ha organizzato il Colloquio Internazionale a Parigi, all'Istituto Italiano di Cultura, su Aldo Palazzeschi e le avanguardie: Aldo Palazzeschi et les avant-gardes, Atti del Colloquio Internazionale, Istituto Italiano di Cultura, Parigi, 17 novembre 2000, a cura di G. Tellini, Firenze, Società Editrice Fiorentina, 2002, pp. 146; sempre all'Istituto Italiano di Cultura a Parigi, ha partecipato alla Giornata manzoniana che si è tenuta nel novembre 2007.
Ha organizzato il Convegno Internazionale L'opera di Aldo Palazzeschi (Firenze, 22-23-24 febbraio 2001) e ne ha curato gli Atti (Firenze, Olschki, 2002, pp. 480).
Ha coordinato un gruppo di lavoro, all'interno del Dipartimento di Italianistica dell'Università di Firenze, dedicato allo studio dell'epistolografia ottocentesca: Scrivere lettere. Tipologie epistolari nell'Ottocento italiano, a cura di G. Tellini, Roma, Bulzoni, 2002, pp. 430.
Dirige dal 2004 la ricerca, finanziata dal Miur (PRIN 2004 - PRIN 2006), per la creazione di un Archivio Digitale del Novecento Italiano (www.ad900.it). Dal 2008 coordina l'unità locale di Firenze del FIRB 2006 "Aleni - Archivi letterari del Novecento Italiano".
Ha collaborato allorganizzazione del Convegno Aldo Palazzeschi e i territori del comico, presso lUniversità di Bergamo, nel dicembre 2004.
Ha organizzato il Convegno Internazionale Palazzeschi europeo, il 30-31 maggio 2005, allUniversità di Bonn e allIstituto Italiano di Cultura di Colonia; il Convegno Internazionale L'arte del saltimbanco. Aldo Palazzeschi tra due avanguardie, il 29-30 settembre 2006, all'Università di Toronto e all'Istituto Italiano di Cultura a Toronto.
Ha ideato e progettato la mostra Dal Vate al Saltimbanco. L'avventura della poesia a Firenze dalla belle époque alle avanguardie storiche, Archivio di Stato di Firenze, 15 settembre-16 ottobre 2008.
Ha tenuto lezioni, seminari, conferenze nelle Università di Parigi (Sorbonne-Paris IV), Poitiers, Digione, Bonn, Varsavia, Francoforte sul Meno, Eichstätt, Chambéry, Toronto, Klagenfurt. Tiene regolarmente dal 1994 corsi estivi di Letteratura italiana al Middlebury College, negli Stati Uniti. Visiting Professor nel 2007 allUniversità di Toronto per un corso sul romanzo di Manzoni. A Toronto ha aperto con la sua relazione i lavori del Convegno internazionale Manzoni e il romanzo storico (ottobre 2007).
Ha ricevuto nel maggio 2005 dallUniversità di Bonn la «Wolfgang-Paul-Plakette» per le ricerche nellambito dellitalianistica e per la cooperazione negli studi italo-tedeschi. Alcuni suoi studi sono stati tradotti in inglese nel volume The Invention of Modern Italian Literature. Strategies of Creative Imagination (Preface by Franco Fido, Toronto-Buffalo-London: University of Toronto Press, 2007).
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto