Giovanni Spagnoletti
Milano, 12/02/1949
Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”
Dipartimento di Scienze Storiche, Filosofico-Sociali, dei Beni Culturali e del Territorio

Nato a Milano il 12/2/1949, Giovanni Spagnoletti, conseguita la maturità classica, si è iscritto nel 1967 alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università “La Sapienza”. Nel 1970-72 ha studiato Germanistica presso la “Freie Universität” di Berlino-ovest e si è laureato nel luglio 1973 con 110/110 e lode in Lingua e Letteratura Tedesca con una tesi su Walter Benjamin. Dopo aver usufruito tra 1974 e il 1981 di una borsa di studio del C.N.R., dall’agosto 1981 al 1991 è stato ricercatore confermato presso l’Istituto di Lingua e Letteratura Tedesca dell’Università “La Sapienza” di Roma. Dal 1991 ha insegnato per affidamento sempre alla stessa università “Storia e Critica del Cinema” ed dal 2000 è Professore Associato (confermato dal 2003) presso l’Università di Tor Vergata nel raggruppamento disciplinare L-Art/06. Nel 2002 ha insegnato “Storia del cinema” alla Scuola Nazionale di Cinema/Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma; dall’a.a. 2006-07 tiene anche un corso in affidamento in “Forme e linguaggi dell’Audiovisivo” presso la Facoltà di Sociologia dell’Università di Urbino/Pesaro. È stato direttore del Master in “Organizzazione e gestione della produzione audiovisiva” (attivato nell’a.a. 2003-4) presso l’Università di Tor Vergata. Per la sua attività di docente universitario ha ricevuto due volte (nel 1993 e 1996) il premio Filippo Sacchi. Specializzato in cinema tedesco, italiano e anglosassone, è autore e/o curatore di più di settanta pubblicazioni (in Italia, Germania e Francia). Tra l’altro ha collaborato con numerose voci alla Enciclopedia del Cinema della Enciclopedia Treccani, alla Storia del cinema mondiale e al Dizionario dei registi del cinema mondiale (entrambi editi da Einaudi), e alla Storia del cinema italiano edita dal CSC di Roma. Dal 1997 dirige la rivista di studi cinematografici «Close up» (Kaplan Editore) e il magazine su Internet «Close up». Ha scritto su varie riviste italiane e straniere («Bianco&Nero», «Cineforum», «Cinegrafie», «Film Comment», «Quaderni del CSCI – Barcellona») e su diversi quotidiani: «Il Mattino», «Il Manifesto», «L’Unità», «Rinascita», «L’Espresso», «Süddeutsche Zeitung» e «Frankfurter Rundschau». Per il primo canale della TV tedesca ha realizzato nel 1989 un documentario sull’opera di Bernardo Bertolucci (Zwischen Parma und Peking. Bernardo Bertolucci, per la regia di Pit Riethhmüller). È stato consulente artistico e/o direttore di diversi manifestazioni e Festival cinematografici (Venezia, Berlino, Salsomaggiore, Taormina, Monaco, Torino, German Film Festival a Roma, Premio Marcello Mastroianni a Isola Liri), dal 2000 è Direttore artistico della “Mostra Internazionale del Nuovo Cinema” di Pesaro. Membro del Consiglio d’amministrazione del “Fondo Pier Paolo Pasolini” (e della Giuria del Premio), è stato uno dei due rappresentanti italiani al Coordinamento internazionale dei Festival europei presso il progetto Media e attualmente è Presidente dell’Afic (Associazione Festival Italiani di Cinema).
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto