Dario Corno
Torino, 16/05/1950
Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro”
Dipartimento di Studi Umanistici

Dal 1975 al 2000 è stato docente di ruolo nella scuola secondaria di primo grado.
Nel 1975, con D'Arco Silvio Avalle, Gian Paolo Caprettini e Giovanni Bottiroli, ha fondato il "Centro di Ricerche Semiotiche" (in origine sezione piemontese dell'Associazione Italiana di Studi Semiotici - A.I.S.S.). All'interno di questo Centro ha organizzato svariate conferenze e gestito numerosi seminari di ricerca.
Dal 1975 al 1979 ha tenuto un corso libero di "Semiologia" presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino nell'ambito della cattedra di "Progettazione artistica dell'industria" (prof. Achille Castiglioni).
Nel 1977 (e fino al 1979) ha ricoperto la carica di Vicepresidente della Associazione Italiana di Studi Semiotici (Presidente, Prof. Maria Corti).
Nel 1981 (e fino al 1983) è stato riconfermato nella carica di Vicepresidente della Associazione Italiana di Studi Semiotici (Presidente Prof. Alessandro Serpieri).
Dal 1986 ha iniziato una proficua collaborazione con editori scolastici (Paravia, La Nuova Italia, Bruno Mondadori) offrendo all’attenzione dei colleghi nelle scuole numerosi testi – in particolare Grammatiche della lingua italiana - che hanno ottenuto una buona accoglienza.
Nel 1990 è stato chiamato dal Prof. Raffaele Simone nel Comitato di Direzione della rivista internazionale Italiano e Oltre (assieme a M. Beretta, D. Bertocchi, W. D'Addio Colosimo e A. A. Sobrero).
Dal 1992 al 1995 è stato incaricato come Tecnico Laureato a contratto nell'ambito del Laboratorio di Composizione Scritta in Lingua Italiana del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Torino.
Dal 1996 al 2000 è stato professore a contratto per l'insegnamento di "Grammatica italiana" presso la Facoltà di Lettere dell'Università degli Studi del Piemonte Orientale (già Università di Torino, sede di Vercelli).
Dal 1998 al 2000 è stato professore a contratto di "Cultura umanistica - corso di scrittura tecnica" presso il Corso di Diploma Universitario in Ingegneria Elettronica, Politecnico di Torino.
Dal 1999 al 2001 è stato consulente scientifico per i Nuovi Esami di Stato in Italiano L2 presso L'Istituto Pedagogico di Lingua Tedesca della Provincia autonoma di Bolzano.
Dal 2000 è Ricercatore presso l’Università degli Studi del Piemonte orientale in “Linguistica italiana” (L-FIL-LET/12).
Dal 2000 insegna Scrittura Tecnica presso il Politecnico di Torino, III Facoltà di Ingegneria, Facoltà dell'Informazione, dove ha anche insegnato (2002-2004) Tecniche della Presentazione e della Comunicazione Orale.
Dal 2000 è consulente per la Didattica dell’Italiano presso l’Alta Scuola Pedagogica di Locarno, Canton Ticino.
Tra le Sue pubblicazioni:Come parlano i bambini a scuola. La varietà di parlato puerile della lingua italiana, a cura di Dario Corno e Boris Janner, Vercelli, “Collana studi umanistici”, Edizioni Mercurio, 2009, pp. 277;
La tastiera e il calamaio. Come si scrive all’università, studi e ricerche, Vercelli, “Collana studi umanistici”, Edizioni Mercurio, 2010, pp. 262;
Scrivere e comunicare. La scrittura in lingua italiana in teoria e in pratica, Milano, Bruno Mondadori, 2012, pp. 261;
Il gatto ha ancora gli stivali? Perché leggere i classici per ragazzi, oggi e domani, a cura di Dario Corno, Simone Fornara e Adolfo Tomasini, Locarno, Armando Dadò editore, 2013, pp. 143.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto