Beatrice Cacciotti
Roma, 12/07/1965
Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”
Dipartimento di Scienze Storiche, Filosofico-Sociali, dei Beni Culturali e del Territorio

Dal 2007 è   ricercatrice di Archeologia Classica  (L ANT/07) presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”,  dove insegna Storia dell’Archeologia. Dal 2008 è Membro del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in "Antichità classiche e loro fortuna" presso la medesima  Università, dove è tutor di alcuni tesi. È responsabile del programma Erasmus LLP (2013-2014) stipulato con l’Università Complutense di Madrid.
Dal 1993 (al 2006) è stata Cultore della materia presso la Cattedra di  Storia dell'Archeologia  dell’Università  di Roma “Tor Vergata”; dal 2003 (al 2006) anche presso la  Cattedra di Archeologia e Storia dell’arte greco e romana.Nel 1991 si è laureata con una tesi dal titolo “Storia della collezione di scultura antica di José Nicolás de Azara”  e nel corso degli anni  è risultata vincitrice di borse di studio in Italia e all’estero, titolare di assegni di ricerca  (1999-2005) e responsabile di progetti di Giovani ricercatori-Miur (2000). 
Nel 1994 si è perfezionata a Madrid presso il Dipartimento di Archeologia del Consejo Superior de Investigaciones Científicas. In Spagna è tornata più volte  per periodi di studio, per partecipare a Convegni e a  Commissione di Tesi di Dottorato e per   incarichi di insegamento:  Università Autonoma di Madrid (2011) per il Màster Interuniversitario en Historia y Ciencias de la Antigüedad (UAM-UCM: Programa oficial de Postgrado Estudios del Mundo Antiguo, con Doctorado con Méncion de Calidad y mencion hacia la Excelencia) e Università Autònoma de Barcelona (2009) per il  Màster Oficial “Patrimoni artístic a Catalunya”.
 Nel 1998 ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca  in Antichità classiche in Italia e loro fortuna,  con una tesi dal titolo “Storia della collezione di scultura antica del cardinale Flavio Chigi (1631-1693)”.
            Nel 1999 ha collaborato con la Scuola Normale di Pisa per la realizzazione di un CD-ROM sulle collezioni di antichità descritte nella  “Nota delli Musei, Librerie, Gallerie et ornamenti di Statue, e Pitture ne’ Palazzi, nelle Case, e ne’ Giardini di Roma” di Giovanni Pietro Bellori.
Ha ricevuto incarichi scientifici e ha collaborato con vari Enti (Sovraintendenza Comunale, Ministero dei Beni Culturali e Ambientali, Soprintendenza archeologica di Roma, Soprintendenza archeologica del Lazio, Soprintendenza Archivistica per il  Lazio) e  Istituti di ricerca (Roma: Comitato Nazionale per lo Studio delle Opere di Pirro Ligorio,  Istituto Nazionale per la Grafica, Istituto Italiano di Studi Germanici, Cultural Heritage Office dell’Ambasciata USA; Madrid: Museo del Prado, Real Academia de la Historia, Fundación Casa de Alba).
Ha fatto parte del Comitato scientifico ed organizzativo di Convegni Internazionali, alcuni promossi con Istituti (Escuela Española de Historia y Arqueología a Roma- C.S.I.C)  e Università straniere (Siviglia, Barcellona):   “Illuminismo e Illustración. Le antichità e i suoi  protagonisti in Spagna e in Italia nel XVIII secolo” (Roma, 2001);  “Arqueología, Coleccionismo y Antigüedad. España e Italia en el siglo XIX” (Siviglia, 2004); "Testimonianze di culti orientali tra scavo e collezionismo"  (Roma, 2006); "Antiguo e Moderno. Encuadre de la escultura de estilo clásico en su período correspondiente" (Barcellona, 2011). Dei primi due è stata co-editore degli Atti.
Ha partecipato ad alcuni programmi PRIN ("Le collezioni rinascimetali di antichità": PRIN 1997-Prot. 9710185027-003; "Pirro Ligorio e gli Uomini illustri dell'antichità":  PRIN 2000-Prot.9710185027-003; "Gli Uomini illustri dell'antichità: Pirro Ligorio e gli eruditi del suo tempo": PRIN 2003-Prot. 2003101013-004) ed è stata responsabile di alcuni progetti di ricerca finanziati dall’Ateneo.
È stata partner scientifico   del progetto europeo   “Antiguo o moderno. Encuadre de la escultura de estilo clásico en su periodo correspondiente”, finanziato dal Ministerio de Ciencia e Innovación di Madrid (HAR 2009-10798; responsabile principale prof.ssa Montserrat Claveria,  Università Autonoma di Barcellona)  ed è attualmente partner scientifico del progetto europeo "El retrato escultórico masculino en las colecciones anticuarias. Función, cronologia y modos de restauración", finanziato dal Ministerio español de Economía y Competitividad (prot.HAR 2012-35861; responsabile principale: prof.ssa Montserrat Claveria), insieme all'Università Autonoma di Barcellona, all'Università di Treviri, al Museu d'Arqueologia de Catalunya, al Kunsthistorisches Museum di Vienna.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto