Alberto Cavarzere
Verona, 31/01/1948
Università degli Studi di Verona
Dipartimento di Linguistica, Letteratura e Scienze della Comunicazione

Nato a Verona il 31.1.1948 e laureato presso l’Università di Padova nel 1970, divenne nel 1977 assistente ordinario alla cattedra di Letteratura Latina della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Padova, e nel 1983 professore associato presso quella medesima Facoltà. Nel 1994, risultato vincitore del concorso di professore ordinario, fu chiamato presso la Facoltà di Lettere dell’Università di Trento, dove rimase fino al 2001, quando si trasferì alla Facoltà di Lettere dell’Università di Verona, dove attualmente ricopre la cattedra di Letteratura Latina. Dal 2007 è socio ordinario dell’Accademia Nazionale Virgiliana di Mantova.
La sua ricerca scientifica si è indirizzata in particolare a Cicerone epistolografo e oratore e a Orazio. Frutto dell’attività in questi campi sono, da un lato, le edizioni commentate del l. VIII delle Familiares (opera del solo Marco Celio Rufo) e della Pro Caelio ciceroniana, la traduzione commentata delle intere Familiares, curata da lui e dal prof. E. Narducci, nonché un manuale sull’oratoria romana; dall’altro il commento agli Epodi e un saggio su una particolare modalità dell’imitazione della poesia greca arcaica da parte di Orazio (Sul limitare. Il «motto» e la poesia di Orazio). Ma gli interessi dello studioso si estendono anche ad altri autori e ad altri campi: da Ennio e Lucilio a Fedro ed Ausonio (con l’ed. commentata della Mosella), dal sorgere del teatro latino alla storia della filologia in Italia; senza trascurare la poesia umanistica (con la collaborazione all’allestimento dell’archivio elettronico Poeti d’Italia in lingua latina), soprattutto quella del Folengo latino. Attualmente sta preparando un commento al libro IX dell'Institutio Oratoria di Quintiliano.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto