Marco Pratesi
Teramo, 14/01/1971
Università degli Studi dell’Aquila
Dipartimento di Ingegneria e Scienze dell’Informazione e Matematica

Nato a Teramo il 14 Gennaio 1971. Ha conseguito la Laurea in Ingegneria Elettronica nell'a.a. 1994-1995, con votazione 110/110 e lode presso l'Università degli Studi dell'Aquila, discutendo una tesi dal titolo Un modello per l'analisi degli algoritmi di Handover in sistemi radiomobili cellulari. Dal 1996 al 1998 ha frequentato il corso di Dottorato di Ricerca in Ingegneria delle Telecomunicazioni e Microelettronica (XI ciclo) presso l'Università di Roma “Tor Vergata"; ha superato l'esame finale per il conseguimento del titolo di Dottore di Ricerca in data 12 Marzo 1999, discutendo una tesi dal titolo Un approccio generale per l'analisi degli algoritmi di handover e della probabilità di fuori servizio nei sistemi radiomobili cellulari. Dal Novembre 1999 al Marzo 2003 è stato dipendente del CNIT (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni), con la qualifica di Ricercatore dall'Aprile 2000, presso l'Unità di Roma "Tor Vergata". Il 23 Febbraio 2005 è risultato vincitore della selezione comparativa a n. 1 posto di ricercatore universitario per il settore scientifico-disciplinare ING-INF/03 presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi dell'Aquila. Il 1° Ottobre 2005 ha preso servizio come ricercatore universitario per il settore scientifico-disciplinare ING-INF/03 presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi dell'Aquila. Dal Dicembre 2005 afferisce al Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell'Informazione della Facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi dell'Aquila.
Lo scrivente ha svolto attività scientifica e di ricerca nell'ambito dei sistemi di telecomunicazione sia terrestre che satellitare. Nell'ambito dei sistemi terrestri, è stata focalizzata sugli algoritmi di gestione dell'utenza attiva (handover), sull'analisi del fuori servizio, e su studio, simulazione, ed emulazione delle reti radiomobili ad-hoc (MANET - Mobile Ad-hoc NETworks). Nell'ambito dei sistemi satellitari, l'attività scientifica ha riguardato soprattutto la missione DAVID e il progetto WAVE e ha toccato anche temi come l'allocazione e controllo di potenza e l'integrazione delle HAP in reti satellitari.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto