Giuliana PRUCCA


Ricercatrice in Letteratura e Arti Visive, Giuliana Prucca ha fondato nel 2012 a Parigi la casa editrice indipendente Avarie, specializzata in libri d’arte che esplorano, con approccio trasversale, la relazione tra scrittura e immagine. Fin dalle prime pubblicazioni, Position(s) del fotografo Antoine D’Agata e I do not want to disappear silently into the night della collagiste Katrien de Blauwer, intende approfondire il concetto di visibilità del vuoto, mostrando il processo artistico quale forma di resistenza del corpo e traccia della scomparsa.
Autrice del saggio Antonin Artaud. Evocations picturales et plastiques dans les écrits des années Vingt, ha curato e tradotto libri su Artaud e D’Agata, gli scritti di Yves Klein e il catalogo Gina Pane.
Docente di analisi dell’immagine e performer butoh, scrive per alcune riviste di fotografia e arte contemporanea (The Eyes e Nafas) e ha collaborato con il festival multimediale Exit di Créteil e con Ics Tre e Sicilia Queer Festival di Palermo per l’evento Visioni e percorsi in Antoine D’Agata.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto