Daniela Quarta


Daniela Quarta ha insegnato Storia del teatro all’Università di Siena, Lingua e letteratura italiana all’Università di Copenaghen e dal 1983 ha collaborato con la cattedra di Letteratura Teatrale Italiana all’ Università di Roma “La Sapienza”. Dal 2001 al 2003 ha ottenuto l’incarico di Lingue e Letterature nordiche presso l’Università di Firenze. La sua attività didattica e di ricerca è prevalentemente centrata sul Teatro del Cinquecento e del Seicento, sul Libretto d’opera e il teatro dell’Ottocento, sulla semiotica del testo drammatico, sull’ analisi del “tragico” e del “comico”. Con la riforma universitaria ha scelto di insegnare Drammaturgia, lavorando in particolare sulla struttura dei testi drammatici, al fine di trasmettere un metodo di lettura e di analisi dei testi teatrali italiani e stranieri e ad approfondirne i problemi di linguaggio e di scrittura.Tra i suoi scritti: La traviata norma. Espressioni formali di una minoranza nel movimento del ’77, RIDS, 81, marzo 1981; Il teatro prefuturista di Marinetti: Dramma senza titolo, Roi Bombance, Poupées électriques, in “Revue romane”, Copenaghen, 1981; Sul Candelajo di Giordano Bruno, in Il mago, il cosmo, il teatro degli astri, a cura di G. Formichetti (1985); Ibsenismo in Italia: Bracco, Giacosa, Praga. Drammaturgie a confronto, in: La didascalia nella letteratura teatrale scandinava, a cura di Merete Kjoller (1987); De Umbris idearum, Candelajo, Cena delle Ceneri: considerazioni e osservazioni sulle strutture comunicative dei primi dialoghi bruniani, in Il dialogo filosofico nel “500 europeo, a cura di D. Bigalli e G. Canziani, F. Angelo (1990); Spazio scenico, spazio cortigiano, spazio cortese: Aminta e Torrismondo di Torquato Tasso in: La Corte di Ferrara e il suo mecenatismo (1990); La critica italiana e il caso Ibsen in: Cultura letteraria e realtà sociale (1992); Pietro Sforza Pallavicino, Ermenegildo martire, edizione critica a cura di D.Quarta, Pagine, (1996); Lettura delle “Due comedie in comedia” di G.B. Andreini in “Abaco”, annuario a cura di R. Paternostro, Magnanti Editore, luglio 2002; Scrittura d’attore: variazioni sulle memorie e sugli scritti teatrali di Ettore Petrolini, attore romano, in: Granteatro, Scritti e testi in onore di Franca Angelini, a cura di B. Alfonzetti, D. Quarta e M. Saulini (2002); Lo scultore e la modella: Ibsen, D’Annunzio e Pirandello in “Abaco”, Magnanti editore (2005); Spazio scenico, paesaggio marino e manierismo: l’Alceo di Antonio Ongaro, in: A. Ongaro, Alceo, edizione critica a cura di R. Paternostro, Magnanti editore (2007).
CONTRIBUTI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto