Michele Corsi
Bari, 06/05/1949
Università degli Studi di Macerata
Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo

Michele Corsi è professore ordinario di Pedagogia generale e sociale dal 1994. Dal 2003 è Preside della Facoltà di Scienze della formazione dell’Università di Macerata. Dal giugno 2004 è Presidente della Commissione scientifica di Ateneo e dal novembre 2004 membro del Nucleo di Valutazione delle Università di Macerata e di Camerino.
In passato è stato Presidente del Corso di laurea in Scienze della formazione primaria e componente, per più mandati, del Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo maceratese. È stato docente, in anni accademici trascorsi, di Storia della pedagogia (Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Macerata) e di Pedagogia sperimentale (II^ Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Siena – sede di Arezzo). Autore di oltre 150 pubblicazioni, i suoi interessi di ricerca vertono principalmente sulla pedagogia delle famiglie e sull’organizzazione scolastica e la formazione docente tipicamente nelle loro relazioni di sistema con il mondo universitario.
Più recentemente, la sua indagine scientifica si è estesa ai modelli di formazione personale e di gruppo nelle imprese, nelle P.A. e nel terzo settore. In specie, è il tema dei comportamenti organizzativi che funge da collante tra questi peculiari filoni di ricerca. Si segnalano, tra le sue monografie: L’Università di Macerata nel periodo della restaurazione: 1816-1824 (1978); Famiglia e consultori familiari (1988); La famiglia: una realtà educativa indivenire (1990); Governare il cambiamento. Le risorse della scuola italiana (1993); Come pensare l’educazione (1997); La mediazione familiare (2000); Il coraggio di educare (2003); L’educazione alla democrazia tra passato e presente (2004); Professione educatori/formatori (2005).
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto