Gabriele Fichera
Catania, 19/05/1977
Università degli Studi di Catania
Dipartimento di Ingegneria Industriale (DII)

Gabriele Fichera è nato a Catania il 3 ottobre 1973. Nel gennaio 1998 consegue la laurea in Ingegneria Meccanica presso l’Università degli Studi di Catania con votazione 110 e lode, discutendo la tesi dal titolo Modellazione e ottimizzazione del sistema sospensivo di una autovettura ad elevate prestazioni, sviluppata in collaborazione con il gruppo industriale Ferrari/Maserati. Nel 1998 compie uno stage post-laurea nel settore di ricerca Dinamica vibrazionale e handling del veicolo presso la Direzione Veicoli del Centro Ricerche Fiat di Orbassano (TO). Nel 1999 è ammesso a frequentare il corso di dottorato di ricerca in Meccanica Strutturale presso l'Università degli Studi di Catania. Nel 2001 consegue il titolo di Dottore di Ricerca in Meccanica Strutturale, discutendo una tesi dal titolo Approccio alla progettazione di telai automobilistici su supporti elastici mediante tecniche di analisi multi-body e di ottimizzazione strutturale, svolta a seguito di un’attività di ricerca realizzata con il Centro Ricerche Fiat. Nel 2001 è vincitore del concorso per ricercatore universitario presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Catania nel settore scientifico disciplinare ING/IND13 Meccanica Applicata alle Macchine. Nel novembre 2004 viene confermato come ricercatore presso la medesima Facoltà. Dal 2004 è nominato professore aggregato per gli insegnamenti di Meccanica del veicolo (Laurea Spec. In Ingegneria Meccanica) e Controllo delle vibrazioni e del rumore (Laurea Spec. In Ingegneria per Ambiente e Territorio); dal 2008 per l’insegnamento di Modellistica e simulazione dei sistemi meccanici (Laurea SMagistrale In Ingegneria Meccanica). Nell’ambito di questi corsi è relatore di numerosi tesi di laurea. L’attività scientifica è stata sin dall’inizio rivolta allo studio della dinamica dei sistemi meccanici discreti e continui mediante l'utilizzo di metodi di modellazione numerica (multibody, FE) e tecniche sperimentali (analisi modale sperimentale), unitamente allo studio e all’applicazione di tecniche di identificazione (reti neurali, filtri di Kalman, etc.) e metodi di ottimizzazione (topologica, multi-obiettivo, etc.). La produzione scientifica si colloca nei suddetti ambiti, con particolare interesse per il settore dei veicoli stradali, analizzati sia dal punto di vista del comportamento handling sia del ride-comfort. Ha svolto numerosi studi sul comportamento elasto-cinematico e dinamico dei sistemi sospensivi per i veicoli stradali, unitamente allo studio del comportamento dinamico della scocca o dei telai di meccanica che li supportano. Mantiene un’attiva collaborazione con il Centro Ricerche Fiat e con aziende produttrici di software per la simulazione della dinamica del veicolo. Attualmente sta sviluppando attività di ricerca sui sistemi di sterzo (con CRF), sui simulatori di guida (con VI-Grade) e sul telescopio Nemo (con INFN).
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto