Luigi SERTORIO
Torino, 05/02/1933
Università degli Studi di Torino
Dipartimento di Fisica Teorica
Luigi Sertorio Aracne editrice

Luigi Sertorio, fisico, socio dell’Accademia Gioenia di Scienze Naturali, ha lavorato al CERN di Ginevra e, negli Stati Uniti, all’Institute for Advanced Study di Princeton e al Los Alamos Laboratory, in fisica delle particelle elementari ad alta energia. Per tre anni è stato direttore del programma Workshop alla Divisione Scientifica della NATO. All’Università di Torino ha tenuto il corso di Meccanica statistica e il corso di Ecofisica. Tra le sue pubblicazioni: Thermodynamics of Complex Sytems (World Scientific, 1991); Storia dell’abbondanza (Bollati Boringhieri, 2002; premio Il delfino, città di Pisa); Vivere in nicchia pensare globale (Bollati Boringhieri, 2005; premio Majella); La natura e le macchine (SEB 27, 2009); Storia dell’incertezza (SEB 27, 2013). Con Erika Renda: Cento watt per il prossimo miliardo di anni (Bollati Boringhieri, 2008); Ecofisica (Bollati Boringhieri, 2009); Orbite e vita nell’universo (Aracne, 2013). Con Giulietto Chiesa e Guido Cosenza: La menzogna nucleare (Adriano Salani, 2010). È autore di oltre novanta pubblicazioni scientifiche. A partire dal 1991 affronta la fisica dei sistemi finalistici, programma che si evolve fino ai recenti insegnamenti universitari in Ecofisica.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto