Renata Viti Cavaliere
Università degli Studi di Napoli “Federico II”
Dipartimento di Filosofia “Antonio Aliotta”

Renata Viti Cavaliere (Napoli 1946) è professore ordinario di Filosofia teoretica presso il Dipartimento di Studi Umanistici - Sezione di Filosofia nell'Università di Napoli Federico II, dove insegna Filosofia teoretica e Ermeneutica filosofica (M-FIL/01). È stata membro del direttivo della Società italiana di Filosofia Teoretica dal 2010 al 2014 e componente del Collegio dei docenti del dottorato in Filosofia del SUM (Istituto italiano di Scienze Umane) di Firenze fino al 2014. È componente del Collegio dei docenti del dottorato in Scienze filosofiche dell’Università di Napoli Federico II e componente del Comitato direttivo dell’“Istituto nazionale di Studi crociani” di Pescara. Ha diretto (con G. Cantillo) la Collana di studi filosofici “Definizioni” (Editore Loffredo, Napoli). È componente del consiglio direttivo della Rivista «Colloqui» (www.colloquionline.net), del consiglio scientifico della rivista «Logos» e del consiglio scientifico della Collana “Persorsi di confine” (Mimesis, Milano). Dirige le collane di Filosofia teoretica “Criterio” (La scuola di Pitagora editrice, Napoli) e “Vita nova” (con D. Calabrò e R. Peluso, Editrice Le Lettere di Firenze). Ha diretto il Master interuniversitario (Napoli “Federico II” Pisa e Cagliari) di II livello in Consulenza filosofica. È stata responsabile scientifico del progetto “Forgiare” 2011 sul tema “Umanità, mondo e storia. Hannah Arendt e Karl Jaspers”, e responsabile scientifico dell'Unità di ricerca del Prin 2010–2011 (coordinatore nazionale Franco Biasutti) sul tema “La soggettività tra teoria della coscienza e analisi della corporeità. Prospettive dialettiche, storiche e fenomenologiche”. Ha organizzato convegni e tenuto seminari in collaborazione con la Scuola Normale Superiore (sede di Napoli) e con l'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici. I suoi principali temi di ricerca sono: il concetto di storia della filosofia; il principio di ragion sufficiente; lo statuto dell'interiorità; la nozione di “senso comune”; il giudizio storico–politico; il significato teoretico della “nascita”.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto