Antonino Tabucchi


Antonio Tabucchi (Pisa 1943–Lisbona 2012) è stato uno scrittore italiano, professore di Letteratura portoghese presso l’Università di Siena. Tra le sue raccolte di racconti e tra i suoi romanzi si ricordano: Piazza d’Italia (1975); Il gioco del rovescio (1981); Notturno indiano (1984); Piccoli equivoci senza importanza (1985); Il filo dell’orizzonte (1986); L’angelo nero (1991); Requiem (1991); Sostiene Pereira (1994); La testa perduta di Damasceno Monteiro (1997). Per il teatro ha scritto I dialoghi mancati (1988); Tra le opere successive si ricordano: Gli zingari e il Rinascimento (1999); Si sta facendo sempre più tardi. Romanzo in forma di lettere (2001); Autobiografie altrui. Poetiche a posteriori (2003); Tristano muore. Una vita (2004); Racconti (2005); L’oca al passo (2006); Il tempo invecchia in fretta (2009); Viaggi e altri viaggi (2010); Racconti con figure (2011); Il piccolo naviglio (2011). Sono pubblicati postumi: Una giornata con Tabucchi (2012); Di tutto resta un poco. Letteratura e cinema(2013); Per Isabel. Un mandala (2013). Profondo conoscitore dello scrittore e poeta portoghese Fernando Pessoa, ha curato traduzioni e un’antologia della sua opera.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto