Stefano Anastasio
Firenze, 16/05/1969
Ministero per i Beni e le Attività culturali
Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Toscana
Unità organica 6 Tutela e valorizzazione

Stefano Anastasio è archeologo specializzato in archeologia del Vicino Oriente. Ha lavorato all'Università di Siena dal 2003 al 2010, insegnando, come docente a contratto, Geografia storica del Levante mediterraneo e di Archeologia e Storia del Vicino Oriente. Adesso lavora presso la Direzione Regionale Toscana del MiBAC, nell'Unità Tutela Beni Archeologici. Ha partecipato a scavi e ricognizioni in Siria, Turchia, Giordania. Attualmente fa parte del progetto "Building Archaeology in Jordan", del Laboratorio di Archeologia dell'Architettura dell'Università di Siena, dedicato al rilievo e all'analisi stratigarfica degli elevati del sito archeologico di Umm al-Surab. I suoi principali interessi di ricerca sono la ceramica del periodo assiro, l'archeologia dell'architettura, l'età del Ferro nel Vicino Oriente in generale. Ha pubblicato, tra gli altri, lo Atlas of Assyrian Pottery of the Iron Age (Subartu 24), Turnhout, Brepols 2010 e Costruire tra i due fiumi. Introduzione all'edilizia in Mesopotamia tra Neolitico ed età del Ferro (Millenni 8), Firenze, Museo Fiorentino di Preistoria G. Graziosi, 2011. Per Aracne ha pubblicato, assieme a G. Conti e L. Ulivieri, La collezione orientale del Museo Archeologico nazionale di Firenze, volume I. I materiali di Qasr Shamamuk.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto