Marc Augé


Antropologo di fama mondiale, etnologo e acuto visionario, è stato direttore della Scuola di Studi Superiori in Scienze Sociali a Parigi e dell’Ufficio della Ricerca Scientifica e Tecnica d’Oltremare. Ha indagato aspetti peculiari della società odierna, come l’incremento della solitudine nonostante i mezzi di comunicazione. Augé ha eseguito un attento lavoro di raffronto fra l’impressione che i “nonluoghi” suscitano nella gente comune e quella prodotta da alcuni grandi scrittori della letteratura francese.Tra i libri più recenti Che fine ha fatto il futuro? Dai non luoghi al non tempo (2009) Futuro (2012), Le nuove paure (2013). Il suo ultimo lavoro è L’anthropologue et le monde global (2013), un testo sugli effetti paradossali della globalizzazione.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto