Maria Giovanna SANJUST
Università degli Studi di Cagliari
Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica

Maria Giovanna Sanjust (1942-2017) è stata professore ordinario di Letteratura italiana moderna e contemporanea presso la Facoltà di Lettere dell’Università di Cagliari. Ha condotto ricerche di ambito critico-letterario su diversi intellettuali della cultura otto-novecentesca (e non solo) sarda e italiana. Ha alle spalle una vasta produzione scientifica, costituita da monografie, edizioni e contributi apparsi su prestigiose riviste di settore, tra cui Italianistica, Critica letteraria, Studi sardi, Otto/Novecento. Ha pubblicato saggi su Giovanni Spano (Sassari, 1980) e su repertori teatrali relativi agli spettacoli in Sardegna nei primi decenni del Novecento (Sassari, 1987), l’edizione critica e commentata degli ultimi due canti della Mascheroniana di Vincenzo Monti (Cagliari, 1983) e lavori sulla letteratura del gioco e dell’intrattenimento (nello specifico sul Giuoco piacevole di Ascanio de’ Mori da Ceno [Roma, 1988]).
Si è occupata della poesia della seconda metà dell’Ottocento e del primo Novecento, e in particolare di autori come Giovanni Pascoli, Giosuè Carducci e soprattutto Gabriele d’Annunzio. Tra i suoi principali contributi sul noto scritture abruzzese vanno menzionati quelli sugli epistolari dannunziani, in particolare con gli editori (Guido Treves, Georges Herelle, Arnoldo Mondadori), a cui si è dedicata già dagli inizi degli anni Novanta, e l’edizione critica dell’Elegie romane (Milano, 2001; 2005), apparsa nell’ambito dell’Edizione nazionale delle opere di Gabriele d’Annunzio. Nel 2013 era stata membro del Comitato scientifico per le celebrazioni commemorative organizzate dal Vittoriale per i 150 anni della nascita di Gabriele d’Annunzio.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto