Antonino Giuffré


Ingegnere e docente, (Messina 1933 - Roma 1997), ha svolto un’intensa attività scientifica e didattica, come docente di Scienza delle costruzioni e consolidamento del patrimonio artistico presso le Università di L’Aquila, “La Sapienza” e “Roma Tre” di Roma.
Ha condotto studi approfonditi ed innovativi sui problemi della conservazione del patrimonio costruito: scienza e tecnica delle costruzioni ma anche restauro dei monumenti, ed è stato presidente dell’Associazione Nazionale Italiana Ingegneria Sismica e dell’Associazione per il Recupero del Costruito (ARCO) e membro della Commissione del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici per la stesura delle Norme sismiche e della Commissione Europea per la stesura dell’Eurocodice sulle costruzioni in area sismica. Negli ultimi anni della sua vita e della sua ricca esperienza accademica e culturale ha concentrato i suoi studi sui temi della conservazione del patrimonio costruito, con particolare attenzione ai temi della preservazione del patrimonio archeologico e dei centri storici, studi interrotti dalla prematura scomparsa.
Tra le sue opere: recupero del quartiere “La Graziella” di Ortigia (Siracusa), restauro della Cattedrale di S. Angelo dei Lombardi, di palazzo Chigi di Ariccia, del Convento dei Cappuccini a Ragusa, del Tempio Rotondo al Foro Boario e della Basilica di S. Agnese a Roma.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto