Carlo Severati
Roma, 31/03/1940

Galleria Embrice

Nel 1966 inizia la sua attività professionale e accademica, assistente volontario di Bruno Zevi. Studia con Gaetano Minnucci, Leonardo Benevolo, Luigi Piccinato e Ludovico Quaroni, con esperienze didattiche di un qualche rilievo, pubblicate (1964 e 2005). Premio Giovannoni 1966 del Comune di Roma per la migliore laurea, Assistente Ordinario di Storia dell’Architettura alla Sapienza di Roma, Facoltà di Architettura, dal 1971; Professore incaricato di complementi di storia dell’Architettura a Reggio Calabria dal 1975 al 1977, poi di Storia dell’Architettura a Roma dal 1978 al 1982; professore di ruolo fascia B, di Storia dell’Architettura, Università La Sapienza di Roma, dal 1983 ; poi, dal 1989, professore di ruolo fascia B alla Università Roma Tre di Storia dell’Architettura Contemporanea. In Pensione per dimissioni volontarie dal 2004. Anche al di fuori della carriera accademica ha coltivato interesse per la Storia dell’Architettura e per il linguaggio dell’architettura contemporanea, con sistematici, anche se discontinui, incontri con i temi del lavoro professionale, che lo hanno visto fra il 1976 e il 1978 componente del Consiglio dell’Ordine degli architetti di Roma e, in quell’occasione, responsabile del Bollettino bimestrale dell’Ordine. Numerosi viaggi di studio all’estero con fini di documentazione dell’architettura moderna e contemporanea, con partecipazioni a commissioni di laurea; saltuarie, come a Juiz de Fora e Yale, o sistematiche come a Dublino, al Dipartimento di architettura del Politecnico di Bolton Street. Incarichi di insegnamento breve, come a Rabat e UPENN (1984) o Maputo (2001) e conferenze e interviste (Tokyo, Buenos Aires, Rio de Janeiro); esperienze di cooperazione internazionale, per il restauro di un edificio moderno dell’architetto sloveno Drago Ibler, del 1930, a Mostar, sulla linea del fronte interno della città, con fondi italiani, e per il risanamento e il restauro della Medina di Costantina, nel quadro di un masterplan di riconnessione urbana. Un profilo relativamente equilibrato sul piano accademico e professionale, con all’attivo 70 fra articoli brevi e saggi e la cura di un certo numero di volumi, la costruzione di varie residenze e di un giardino e una ampia gamma funzionale e dimensionale di progetti, da ospedali ad aeroporti, da architetture degli interni a Piani Paesistici.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto